Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rieti, la paura della guerra scatena l'assalto ai supermercati anche nel Reatino. Foto

Un supermercato
di Daniela Melone
2 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Marzo 2022, 00:10

RIETI - La guerra in Ucraina sta mettendo in crisi l’industria alimentare anche a Rieti e, come era accaduto all’inizio della pandemia, i supermercati hanno subito assalti nelle ultime ore.

 

Introvabili le farine di tipo 0 e 00, mentre è complicato trovare il lievito. Presi d’assalto i reparti dei cibi che riempiono le dispense, come i legumi o lo zucchero. C’è chi teme che i prodotti possano scarseggiare nei prossimi mesi o subire rincari. Non si trova neanche l’olio di girasole. Kiev è il principale coltivatore di girasoli al mondo e gli allarmi lanciati dicono che entro un mese l’Italia esaurirà le sue scorte di olio.

Alcuni supermercati del capoluogo hanno limitato a massimo cinque i chili di farina che ogni cliente può acquistare, o a massimo cinque i litri di olio di semi “per motivi logistici e per garantire a tutti la possibilità di approvvigionamento” come si legge nei cartelli esposti nei punti vendita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA