Rieti, nel 2023 gli 800 anni dalla nascita del presepe di Greccio e della Regola dei Frati Minori: verrà firmata carta d'intenti

Rieti, nel 2023 gli 800 anni dalla nascita del presepe di Greccio e della Regola dei Frati Minori: verrà firmata carta d'intenti
2 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Agosto 2020, 18:55

RIETI - Nel 2023 ricorreranno due importanti anniversari per il mondo francescano e il territorio reatino. Si conteranno 800 anni dalla realizzazione del Primo Presepe a Greccio e dalla stesura della Regola dei Frati Minori, scritta da san Francesco a Fonte Colombo e approvata il 29 novembre 1223 da Papa Onorio III.

In vista di queste ricorrenze, mercoledì 26 agosto alle 12, presso la sala degli stemmi del Palazzo papale di Rieti, verrà firmata una Carta d’Intenti tra la Provincia San Bonaventura dei Frati Minori, la Diocesi di Rieti e i Comuni di Greccio e Rieti. Il patto è pensato allo scopo di coordinare tutte le iniziative che verranno sviluppate per la doppia ricorrenza e andrà a integrare le collaborazioni già avviate per il progetto della Valle del Primo Presepe.

A siglare la Carta d’Intenti saranno padre Massimo Fusarelli e padre Luciano De Giusti, ministro e legale rappresentante della Provincia dei Frati Minori, il vescovo di Rieti, Domenico Pompili, e i sindaci di Greccio e di Rieti, Emiliano Fabi e Antonio Cicchetti.

Sarà presente al momento della firma anche il presidente della Fondazione Varrone, Antonio D’Onofrio, a conferma della volontà dell’ente di essere in prima linea nel sostenere iniziative particolarmente rilevanti per il tessuto culturale ed economico del territorio.

La sottoscrizione dell’intesa offrirà anche l’occasione per guardare alla prossima edizione della Valle del Primo Presepe e al Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Amici del Presepio, previsto a Greccio nel 2021 e anticipato il prossimo ottobre da un ciclo di eventi on-line.

Alla firma della Carta d’Intenti è invitata la stampa, nei limiti consentiti dalle restrizioni dovute alla diffusione del Covid-19. Per garantire la massima partecipazione l’evento sarà anche trasmesso in streaming dai media diocesani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA