Ceccarelli loda la sua Npc: «Entrati tra le migliori 16, lo dedichiamo a tifosi e società. Sul +17 dovevamo chiuderla»

Ceccarelli loda la sua Npc: «Entrati tra le migliori 16, lo dedichiamo a tifosi e società. Sul +17 dovevamo chiuderla»
di Emanuele Laurenzi
2 Minuti di Lettura
Domenica 22 Maggio 2022, 21:31

RIETI - «Ufff...ora facciamo riposare le coronarie. E' stata una vittoria sofferta che abbiamo dovuto fare 2 volte». E' tutta in questa espressione di Gabriele Ceccarelli la sintesi di gara 4 tra Kienergia Npc Rieti e Salerno. Una partita che sembrava stravinta dai reatini, avanti di 17 punti a 9'30 dalla fine (canestro di Tiberti da sotto in avvio di ultimo periodo). Poi il blocco. 

«Sul +17 a 9'30 dalla fine si deve vincere in scioltezza - commenta Ceccarelli - su questo non ci sono dubbi. Ma noi siamo così e siamo così dall'inizio dell'anno Loro hanno alzato l'intensità difensiva, ci hanno messo le mani addosso e abbiamo subito la loro energia: erano a 10' dalla fine della loro stagione e hanno dato il tutto per tutto. Sappiamo che non abbiamo un leader cui affidare la palla nei momenti finali, ma lo sappiamo dall'inizio dell'anno e ora voglio pensare ad altro».

Il coach si concentra sull'obiettivo raggiunto e sui successi ottenuti fino a questo momento. «Siamo tra le migliori 16 di serie B - dice Ceccarelli - dopo aver centrato le finali di Supercoppa e di Coppa Italia. Ricordiamo dove eravamo ad inizio dell'anno, al raduno di agosto e cosa si diceva. Ora ci godiamo questo momento, poi prepareremo la semifinale, obiettivo che dedichiamo alla nostra società e ai nostri tifosi».

Tornando sulla gara di Salerno, il coach ha analizzato le varie fasi. «E' ovvio che le gare vanno chiuse prima - spiega Ceccarelli - soprattutto se vogliamo essere grandi. Abbiamo giocato un ottimo primo quarto non facendoli scappare nonostante il 5/5 da 3 con Rinaldi e Coltro, poi abbiamo preso le redini del gioco nel secondo e terzo quarto. Quando eravamo sul +17 abbiamo sbagliato l'appoggio del +19 e abbiamo regalato loro due punti per il nostro +15. Poi siamo tornati anche a +17, ma abbiamo subito il loro ritorno. Ora guardiamo avanti»

© RIPRODUZIONE RISERVATA