Il Rieti è pronto al debutto, Boccolini: «Ci aspetta un girone tecnico e ben organizzato»

Boccolini
di Marco Ferroni
3 Minuti di Lettura
Sabato 18 Settembre 2021, 13:16

RIETI - È arrivato finalmente il giorno del debutto, per il Rieti, che domani a San Giovanni Valdarno (ore 15) affronterà la Sangiovannese per i primi tre punti della stagione. Esordio nell’esordio per Alessandro Boccolini, tecnico amarantoceleste, che in Toscana timbrerà per la prima volta il cartellino in serie D, una categoria mai frequentata finora.

“Da quando sto nel mondo del calcio – ammette Boccolini – le prime volte le vivo sempre allo stesso modo, con serenità innanzitutto, ma cercando di mantenere un approccio professionale perché non mi sono mai posto il problema della categoria. E per come sono fatto, ho sempre da imparare qualcosa, ogni giorno Stessa cosa ho fatto qui sin dal primo giorno con umiltà e rispetto. Ho sempre da imparare ma è un mio modo di vedere le cose”.

Entrando invece, in clima-campionato, il giudizio del tecnico sul girone e sul primo avversario da affrontare è chiaro: “Sono sincero: non mi sono mai creato il problema di dove ci avessero inserito. Una volta constatato che avremmo dovuto affrontare le avversarie del girone E ho pensato che in Toscana lavorano molto bene sia tecnicamente, che organizzativamente, ci sono molte squadre che puntano sui giovani, ma che alla lunga rappresentano dei serbatoi i tanti club professionistici presenti sul territorio tra la serie A e la Lega Pro. Chi temo? Nessuno, in particolare. Diciamo che l’Arezzo ha speso tanto per cercare di tornare in Lega Pro, ma poi man mano vedremo quali saranno le squadre e gli under che si metteranno in evidenza”.

Sulla Sangiovannese, invece, Boccolini si limita a specificare che “è una squadra molto ben organizzata, allenata da un tecnico preparato, contro la quale dovremo giocare la nostra partita senza snaturarci. Modulo? Partiremo dal 3-5-2, ma grazie agli sforzi compiuti dal club in sede di mercato, ho avuto già modo di lavorare su altre soluzioni. Non dico altro per non scoprire troppe carte”.

Domani il campionato, mercoledì la Coppa Italia con la trasferta di Civita Castellana per il primo turno contro la Flaminia: ci sarà turn over? Boccolini è chiaro: “Pensiamo ad una gara per volta, il campionato è prioritario nonostante la Coppa sia una competizione altrettanto importante, di conseguenza se debbo fare una scelta do priorità al primo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA