Rieti, addio a Franco Severi,
lo sport reatino piange
il suo campione di boxe

Domenica 17 Maggio 2020 di Massimo Cavoli
Franco Severi
RIETI - Lo sport reatino dice addio a Franco Severi, scomparso a 75 anni, uno dei pugili formati nella scuola diretta dal maestro Umberto Santini negli anni in cui a Rieti la boxe vantava molti iscritti e appassionati. Originario del quartiere Borgo dove è sempre vissuto prima di trasferirsi a Villa Reatina, Severi aveva sostenuto molti incontri in qualità di peso gallo tra i dilettante, arrivando a conquistare anche un titolo regionale di categoria, ma decidendo poi di appendere i guantoni al chiodo quando fu chiamato a diventare professionista.

La boxe reatina, all'epoca, non godeva di sostegni economici o sponsor in grado di supportare l'impegno di un pugile nella categoria superiore e così Franco decise di smettere, continuando a lavorare come dipendente dell'ospedale provinciale. Ma, resta, insieme ad altri, il simbolo di uno sport dove i pugili, animati solo da una grande passione, non godevano di ingaggi, e che non è più riuscito a trovare spazi e aiuti per andare avanti.

L'ultimo saluto a Severi, che lascia i figli Massimiliano, guardia penitenziaria a Vazia, Cristina e Francesca, insieme alla moglie Angela, si terrà domani mattina, 18 maggio, alle 11 nel cimitero comunale. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani