Paura su un Airbus: finestrino si rompe a 9.000 metri, copilota risucchiato. Tutti salvi dopo l'atterraggio d'emergenza

Martedì 15 Maggio 2018
4
Paura su un Airbus: finestrino si rompe a 9.000 metri, copilota risucchiato. Tutti salvi dopo l'atterraggio d'emergenza
Tragedia sfiorata su un Airbus A318 della Sichuan Airlines. Il finestrino dell'aereo si è improvvisamente rotto a oltre 9.700 metri d'altezza risucchiando in parte il copilota fuori dalla cabina di pilotaggio. L'immediato intervento del pilota, Liu Chuanjian, ha consentito al copilota di salvarsi e all'aereo della compagnia cinese di effettuare un atterraggio di emergenza riuscito perfettamente nonostante i gravi danni in cabina.



Il copilota, che indossava la cintura di sicurezza, ha riportato solo qualche graffio e un polso slogato. Anche un membro dell'equipaggio è rimasto ferito mentre sono arrivati a terra sani e salvi tutti i 119 passeggeri a bordo. Il volo 3U8633 della Sichuan Airlines era partito da Chongqing ed era diretto a Lhasa, in Tibet, ma è stato costretto ad atterrare a Chengdu.

  Ultimo aggiornamento: 16 Maggio, 12:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA