Paura su un Airbus: finestrino si rompe a 9.000 metri, copilota risucchiato. Tutti salvi dopo l'atterraggio d'emergenza

Paura su un Airbus: finestrino si rompe a 9.000 metri, copilota risucchiato. Tutti salvi dopo l'atterraggio d'emergenza
Tragedia sfiorata su un Airbus A318 della Sichuan Airlines. Il finestrino dell'aereo si è improvvisamente rotto a oltre 9.700 metri d'altezza risucchiando in parte il copilota fuori dalla cabina di pilotaggio. L'immediato intervento del pilota, Liu Chuanjian, ha consentito al copilota di salvarsi e all'aereo della compagnia cinese di effettuare un atterraggio di emergenza riuscito perfettamente nonostante i gravi danni in cabina.



Il copilota, che indossava la cintura di sicurezza, ha riportato solo qualche graffio e un polso slogato. Anche un membro dell'equipaggio è rimasto ferito mentre sono arrivati a terra sani e salvi tutti i 119 passeggeri a bordo. Il volo 3U8633 della Sichuan Airlines era partito da Chongqing ed era diretto a Lhasa, in Tibet, ma è stato costretto ad atterrare a Chengdu.

 
Martedì 15 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2018 12:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-05-15 13:58:29
Tanto per fare polemica bisognerebbe sapere se quel vettore Airbus A318 è uno dei modelli Airbus montato sulle catene di assemblaggio cinesi....
2018-05-15 10:10:12
Il pilota risucchiato?? Impossibile che si sia creato un buco nel parabrezza di un aereo di linea...che è spesso almeno 4/5 cm e composto da piu strati di vetro ed acrilico in 40 anni di lavoro nel campo aeronautico..di vetri crinati ne ho visti tanti....ma mai uno sfondato...non ci credo neanche se lo vedo
2018-05-15 12:36:25
E' che i cinesi so piccoli, basta un buchetto!!!
2018-05-15 14:20:08
L'avranno comprato dai cinesi
4
  • 67
QUICKMAP