Funerali Regina, diretta. Re Carlo: «Commosso dal sostegno del popolo». Mattarella incontrerà Carlo III

Con Biden e molti capi di stato già arrivati nella capitale britannica, da Mosca sale il disappunto per l’esclusione della Russia dall’evento del secolo che si terrà il 19 settembre

Funerali Regina, Biden a Westminster Hall. Anche Mattarella a Londra, sarà al ricevimento con Re Carlo III. L'ira di Mosca esclusa
11 Minuti di Lettura
Domenica 18 Settembre 2022, 11:35 - Ultimo aggiornamento: 19 Settembre, 07:02

Re Carlo III ha ringraziato il pubblico per il sostegno ricevuto in seguito alla morte della Regina e ha dichiarato che lui e sua moglie Camilla sono stati "commossi oltre misura" dagli auguri. Il nuovo monarca ha detto che lui e la Regina Consorte sono stati "profondamente toccati" mentre prepara il Paese per "l'ultimo saluto" a sua madre alla vigilia del suo funerale.

Il minuto di silenzio

Il Regno Unito è sprofondato in un minuto di silenzio nazionale domenica sera alle 20 ora locale in memoria di Elisabetta II, a coronamento dei 4 giorni di omaggio popolare ininterrotto al feretro alla Westminster Hall di Londra reso alla regina dei record: morta l'8 settembre a 96 anni, 70 dei quali trascorsi sul trono. Il momento di raccoglimento è stato annunciato dal rintocco del Big Ben e osservato in luoghi pubblichi e privati, per strada e nelle case. Lo stesso rintocco d'orologio scandirà lunedì a intervalli regolari i tempi del funerale di Stato della sovrana; poi segnerà altri 2 minuti di silenzio a margine della sepoltura.

L'omaggio di Joe Biden

Il Presidente degli Usa, Joe Biden, si è recato a Londra per porgere le sue condoglianze al popolo britannico per la morte di Elisabetta II: «Il mondo è migliore grazie a lei». Biden e sua moglie Jill si sono poi recati alla Lancaster dove hanno firmato il libro delle condoglianze. «A tutto il popolo inglese, a tutto il popolo del Regno Unito, il nostro cuore è rivolto a voi. Siete stati fortunati ad averla avuta per 70 anni, lo siamo stati tutti», ha detto Biden.

Kate Middleton incontra Olena Zelenska

La principessa di Galles, Kate Middleton, ha incontrato domenica a Buckingham Palace la first lady ucraina Olena Zelenska, che poco prima era stata a Westminster per portare il suo omaggio al feretro di Elisabetta II. La moglie del presidente ucraino e l'ambasciatore di Kiev sono rimasti brevemente in raccoglimento su una piattaforma sul lato est della vasta sala. Come molti altri dignitari e leader stranieri in visita, nota l'emittente britannica, i due ucraini non sono stati praticamente notati dal costante flusso di cittadini che entra per dare l'ultimo saluto alla defunta sovrana. Dopo le lunghe ore di fila, la gente appare soprattutto concentrata sul feretro di Elisabetta II.

Funerale previsto alle 11

Almeno 500 re e leader mondiali parteciperanno al funerale della Regina Elisabetta previsto per lunedì alle 11 (ora locale) nell'abbazia di Westminster, prima della sepoltura privata al Castello di Windsor. E forse (anche se ancora non è stato deciso) ci sarà anche il piccolo George, il figlio di 9 anni di William e Kate Middleton, secondo in linea di successione al trono, a salutare la bisnonna. La sua presenza - secondo fonti vicine alla Corona - avrebbe una forte valenza simbolica per il futuro della monarchia.

Biden a Westminster Hall

Joe Biden e la first Lady Jill Biden sono stati a Westminster Hall per rendere omaggio ad Eliasabetta II. Biden si è fermato per alcuni istanti davanti al feretro, con accanto la moglie Jill e l'ambasciatrice Usa a Londra Jane Hartley. Il presidente degli Stati Uniti si è fatto il segno della croce, prima di lasciare la sala, dove da ieri hanno cominciato a d arrivare i primi leader internazionali e oggi è stata anche la volta della presidente della commissione europea Ursula von der Leyen.

«Un onore» aver incontrato Elisabetta II, ha detto Joe Biden che dopo aver visitato il feretro della sovrana a Westminster Hall si è recato a Lancaster House per portare le sue condoglianze, e ha sottolineato il «senso di dignità» che infondeva la sovrana. «A tutti in Inghilterra, nel Regno Unito, il mio cuore è con voi. siete stati fortunati ad averla avuta per 70 anni, tutti lo siamo stati. Il mondo è migliore grazie a lei». Biden ha quindi affermato che la sovrana gli ricordava sua madre e alla domanda del perché ha risposto: «Per quel suo modo di dire 'Va tutto bene? Posso fare qualcosa per te?' Ma poi anche 'fai il tuo dovere'. Il presidente Usa ha poi concluso affermando che la sovrana ha lasciato «forse soprattutto la nozione di servizio».

Non ci sarà invece Vladimir Putin, escluso a causa della guerra in Ucraina, assieme alla sua alleata Bielorussia, e alla Birmania della giunta militare golpista. Non senza polemiche. Mosca ha giudicato infatti  "blasfemo" il mancato invito alla Russia dopo che il Cremlino qualche giorno fa aveva smentito la notizia secondo cui il presidente russo Vladimir Putin, insieme ai leader di Myanmar e Bielorussia, non fosse stato invitato. "Il presidente ha inviato un telegramma di condoglianze, ma fin dall'inizio non aveva in programma di partecipare a commemorazioni o altri eventi", aveva spiegato alla stampa il portavoce Dmtri Peskov. 

Regina Elisabetta funerali, chi è ​Muhammad Khan: il 28enne incriminato che si è lanciato contro la bara della sovrana

«Esclusione blasfema»

Ma ne è nato un vero e proprio caso diplomatico. La Russia giudica «profondamente immorale» e «blasfema» la propria esclusione - imposta dal governo britannico di Liz Truss assieme a quella dei soli Afghanistan, Bielorussia, Birmania, Siria e Venezuela - da qualunque invito, anche a livello di ambasciatori, ai funerali di Stato di domani della regina Elisabetta II. Lo sottolinea la Bbc rilanciando una dura dichiarazione rilasciata due giorni fa al riguardo da Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri di Mosca. Londra - nelle parole di Zakharova, affidate anche ai suoi profili social - avrebbe deciso di «cercare di strumentalizzare una tragedia nazionale, che ha toccato i cuori di milioni di persone nel mondo, a scopi geopolitici e contro il nostro Paese».
 

 

La stessa Bbc evidenzia del resto come i rapporti attuali fra Russia e Regno Unito siano collassati a un livello di ostilità superiore persino a quello della Guerra Fredda, dopo l'invasione dell'Ucraina. E nota come il Cremlino - pur avendo trasmesso un messaggio caloroso di condoglianze a nome di Vladimir Putin, e poi un secondo messaggio di felicitazioni al nuovo re, Carlo III - avesse escluso fin dall'inizio un'ipotetica partecipazione del presidente ai funerali di Londra. 

Carlo III, tutte pazze per Johnny Thompson: lo scudiero del nuovo re fa impazzire il web (e non solo)

Chi non ci sarà

Non solo Mosca. Sono stati esclusi i rappresentanti non solo di governo, ma anche diplomatici di Paesi sotto sanzioni da parte dell'Occidente come l'Afghanistan, la Siria e il Venezuela. Ci sarà, in rappresentanza dell'Ucraina, la First Lady Olena Zelenska che figura anche tra gli invitati al ricevimento che sarà ospitato da re Carlo il giorno prima dei funerali.

Ci saranno Iran, Nicaragua e Corea del Nord, seppure invitati al livello di ambasciatori e non di governanti. 

Un discorso a parte vale per la Cina. A una delegazione del governo cinese sarebbe stato negato dalle autorità della Camera dei Comuni il permesso di partecipare alla veglia per la regina Elisabetta a Westminster Hall. "La partecipazione di delegazioni straniere ai funerali della regina su invito del Regno Unito è un segno di rispetto per la regina", ha tuonato la portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Mao Ning, in risposta a una domanda sull'episodio, rivelato da Politico e di cui ha dichiarato di non essere a conoscenza. Xi Jinping è stato invitato ma al suo posto dovrebbe partecipare il vicepresidente Wang Qishan.

Non è prevista inoltre la presenza degli ex: dagli Usa, per esempio, non dovrebbe arrivare Barack Obama.

Chi ci sarà

Tra gli invitati figurano ill presidente statunitense Joe Biden con la moglie Jill - gli invitati possono portare una sola persona a testa - il presidente francese Macron. Il presidente turco Erdogan, il primo ministro canadese Trudeau, Sergio Mattarella con la figlia Laura e il vescovo Paul Gallagher, che rappresenterà papa Francesco, ha fatto sapere il Vaticano.  

Ci saranno il presidente della Germania Frank-Walter Steinmeir e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Hanno confermato la loro presenza Alexander Van Der Bellen, presidente austriaco, Gitanas Nauseda, presidente della Lituana, Ranil Wickremesinghe, presidente dello Sri Lanka, Yoon Suk-yeol presidente della Corea del Sud. 

Ci sono anche il polacco Andrzej Duda, il lettone Egils Levits, Paula Mae Weekes presidente di Trinidad e Tobago, il presidente della Finlandia Sauli  Niinisto, il presidente ungherese Katalin Novak e il presidente irlandese Michael Higgins e quello israeliano Isaac Herzog.

Annunciata anche la presenza del presidente Bolsonaro, accusato dalla stampa brasiliana di voler migliorare la sua "immagine a livello internazionale", quando mancano poco più di due settimane alle presidenziali. Dalla Gran Bretagna, Bolsonaro andrà poi a New York diretto all'assemblea generale dell'Onu. 

Alle prese con il loro primo “viaggio ufficiale” all'estero anche il capo di stato del Kenya William Ruto entrato in carica martedì, un mese esatto dopo l'elezione, e l'imperatore Naruhito accompagnato dalla consorte Masako, alla loro prima visita all'estero dall'ascesa al trono nel 2019. Uno strappo alla tradizione giapponese che non prevede la presenza di un imperatore ai funerali - la morte è sempre considerata "impura" nella visione religiosa shinto di cui la figura dell'imperatore è uno dei capisaldi - ma profondamente legato alla famiglia reale britannica tanto che la coppia imperiale giapponese ha osservato tre giorni di lutto per Elisabetta II. 

Video

I reali d'Europa

Ci saranno poi tutti i regnanti d'Europa, dal re di Spagna, Felipe VI, con la regina Letizia e i genitori Juan Carlos I e Sofia, i re del Belgio, re Filippo e la regina Matilde, il re olandese Guglielmo Alessandro e la regina  Maxima, i principi di Monaco, Alberto e Charlene.

Tra i premier ci saranno l'irlandese Micheal Martin, quello palestinese Mohammad Shtayyeh, la premier della Nuova Zelanda Jacinda Ardern, l'austriano Antony Albanese.

Il principino George

Il principe William e la principessa Kate stanno considerando di portare George, di nove anni, al funerale della regina dopo che qualcuno a palazzo avrebbe "sollecitato" la mossa credendo che il secondo in linea di successione al trono invierebbe un potente messaggio simbolico e rassicurerebbe la nazione. Insomma sarebbe bello per i sudditi inglesi vedere il giovane principe - che affettuosamente chiamava la regina "Gan Gan" - e il futuro della monarchia. William ha parlato in modo commovente la scorsa settimana di come camminare dietro la bara di sua nonna mentre lasciava Buckingham Palace per l'ultima volta mercoledì aveva evocato ricordi toccanti del funerale di sua madre, la principessa Diana, 25 anni fa

Oggi il ricevimento e il giallo su Harry e Meghan

Oggi i dignitari vip verranno accolti da re Carlo III e della regina consorte Camilla a palazzo per un ricevimento formale pre esequie: ricevimento a cui interverranno pure i vertici politici del Regno Unito (a incominciare dalla neo premier Liz Truss, attesa prima da un'udienza a tu per tu con Carlo) e i membri senior della Royal Family. Resta da sciogliere il «giallo» sui duchi di Sussex, Harry e Meghan: che secondo un giornale avrebbero ricevuto inizialmente l'invito a partecipare all'evento per volere del re - padre di Harry - salvo vederselo poi revocare dal cerimoniale di corte non essendo più in servizio attivo di rappresentanza della dinastia fin dallo strappo seguito al loro trasferimento in America del 2020. In serata, infine, è prevista la trasmissione integrale d'un intervento televisivo di Camilla in memoria di Elisabetta II - già anticipato nei contenuti essenziali dalla Bbc - è quindi un minuto di silenzio nazionale in tutto il Regno in onore della monarca scomparsa dopo 70 anni sul trono.


Le navette e le auto private

Per quanto riguarda la logistica, si sa che la gran parte degli ospiti illustri arriverà all'Abbazia di Westminster - tre ore prima dell'inizio dei funerali - su delle navette. Solo al presidente americano, Joe Biden, sarà concesso il privilegio di spostarsi per le strade di Londra con The Beast, la sua limousine super-corazzata. Ma avrannno auto private anche il presidente francese Emmanuel Macron, l'imperatore giapponese Naruhito, il presidente israeliano Isaac Herzog, per ragioni di sicurezza. 

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA