Un Latina da urlo stende il Campobasso e ritrova gol e vittoria

Un Latina da urlo stende il Campobasso e ritrova gol e vittoria
di Davide Mancini
3 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Novembre 2021, 14:37

Un Latina da urlo stende il Campobasso e ritrova il gusto dolce dei tre punti. Davanti al proprio pubblico i nerazzurri confermano di essere a proprio agio e il poker ai molisani ne è la conferma. Le doppiette di Carletti e Sane si sono rivelate decisive, ma è la prestazione di squadra a rincuorare tutto l'ambiente nerazzurro. Voglia, aggressività, cinismo, nel successo del Francioni c'è tutto e anche di più, segnale positivo in vista di una lotta per la salvezza decisamente serrata.


LA PARTITA
Di Donato (squalificato) deve rinunciare a Jefferson proprio pochi minuti prima della partita a causa di un risentimento muscolare e al suo posto ecco Sane, rivelatosi decisivo. I padroni di casa partono forte e al 6' con Tessiore vanno vicini al vantaggio: il centrocampista entra bene in area di rigore e poi spara a botta sicura, chiamando al grande intervento Raccichini.
Gli ospiti producono poco e al 19' commettono una clamorosa ingenuità che regala il primo gol al Latina. L'estremo difensore molisano colpisce male il pallone nel tentativo di suggerire un compagno di squadra, Carletti ne approfitta intercettando il passaggio per poi ribadire in rete con grande freddezza. Un guizzo che cambia il volto della gara, dando fiducia e sicurezza ad un Latina capace di gestire bene ogni situazione in fase difensiva per poi ribaltare velocemente l'azione. E così, al tramonto della prima frazione di gioco, ancora Tessiore imbuca un pallone d'oro in area per l'accorrente Sane, bravissimo nel rubare il tempo a Raccichini per il raddoppio.


LA RIPRESA
Il Campobasso tenta di creare i presupposti per riaprire il match, ma al 13' Bontà si fa espellere ingenuamente inguaiando ancor di più la sua squadra. L'occasione è troppo ghiotta per non essere colta e così al 21' Sane, ben servito dal neo entrato Atiagli, insacca con un colpo di testa in tuffo che annienta le speranze di rimonta degli ospiti. Sull'onda dell'entusiasmo, due minuti più tardi, i nerazzurri mettono fine alla contesa siglando il quarto gol: Tessiore inventa, Sane rifinisce e Carletti, a due passi dalla porta, mette dentro. Grande festa e applausi per il Latina che nei minuti conclusivi pensa a gestire, senza sprecare troppe energie.


IL GOL DELLA BANDIERA
Solo nel finale i pontini abbassano la tensione e Cardinali si dimostra superlativo evitando un gol che sembrava già fatto. Rete ospite che comunque arriva proprio negli ultimi istanti, a causa di un fallo di mano commesso da Barberini che induce l'arbitro a decretare il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Rossetti, che non sbaglia. L'unica imperfezione di una gara giocata con la giusta intensità, da ripetere sabato prossimo in casa con il Messina. La chance ideale per vincere la seconda gara consecutiva, evento mai accaduto prima. Anche perché davanti al proprio pubblico il Latina sembra avere una marcia in più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA