Regina Elisabetta, staff in rivolta: «Non facciamo la quarantena». E lei non passerà il Natale a Sandringham

Mercoledì 16 Dicembre 2020
1
Regina Elisabetta, staff in rivolta: «Non facciamo la quarantena». E lei non passerà il Natale a Sandringham

Sono tempi duri per la Regina Elisabetta che come riportato dai tabloid inglesi sarebbe furiosa con lo staff della sua tenuta di Sandringham. Il motivo? Il personale sarebbe restio ad accettare una quarantena di quattro settimane per permettere a Sua Maestà di trascorrere le vacanze di Natale nel Norfolk in assoluta sicurezza. E così, per la prima volta in 33 anni,  Elisabetta II e Filippo festeggeranno il Natale al Castello di Windsor rinunciando a Sandringham, una delle tradizioni reali più longevi di sempre. 

Meghan Markle, lo sgarbo alla Regina Elisabetta: istituisce un premio ed infrange il protocollo

Come si legge su The Mirror, The Queen avrebbe imposto al personale della sua tenuta di campagna una quarantena coatta di quattro settimane per non rinunciare alle sue tradizionali vacanze natalizie, ma la proposta di non vedere i propri cari per un mese sarebbe stata maldigerita dai dipendenti, che a quel punto si sarebbero ribellati rifiutando l'isolamento e "costringendo la Regina a cambiare i propri piani". Dunque, sarebbe questo il vero motivo dietro la decisione di Elisabetta e il marito Filippo di rimanere al Castello di Windsor per Natale. The Sun aggiunge ulteriori dettagli al Sandringham Gate: secondo la testata, Patricia Earl, 56 anni capo governante da 32 anni a servizio di Sua Maestà (e per questo insignita nel 2018 del titolo di Royal Victorian Order ndr) si sarebbe dimessa per l'"imbarazzo causato dalla riluttanza del personale nell’adeguarsi alle disposizioni per la sicurezza dei reali" e non essere riuscita a convincere i dipendenti ad accettare la quarantena obbligatoria (e "intimidita dalla furia" di Sua Maestà). Una fonte vicina a Buckingham Palace ha confermato l'addio di Patricia sottolineando però la natura "amichevole" delle dimissioni (che a dirla tutta rimangono improvvise e alquanto insolite).

 

"Dalla decisione della regina è nata una rivolta del personale, scrive l'Express, "una dozzina dello staff inclusi addetti alle pulizie, lavanderia e addetti alla manutenzione, erano riluttanti a isolarsi dalle loro famiglie per quattro settimane per lavorare intorno al monarca 94enne". A quanto pare il braccio di ferro, per ora, è stato vinto dalla servitù.

Ultimo aggiornamento: 10:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA