Covid, nuova variante in Gran Bretagna. «Possibile contagio più rapido». L'Oms: «Nessuna prova si comporti in modo diverso»

Covid, nuova variante identificata in Gran Bretagna. «Possibile diffusione più rapida»
2 Minuti di Lettura

Scoperto in Regno Unito un nuovo ceppo di Covid che potrebbe favorire una diffusione più rapida. Il ministro alla sanità britannico Matt Hancock  ha detto che in almeno 60 località - in Inghilterra - sono state registrati casi di infezioni da coronavirus legate alla nuova variante, secondo Bbc online. Il ministro ha poi concluso che l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) è informata del fatto e che gli scienziati di Porton Down hanno già iniziato le ricerce del caso. Il ministro Hancock ha anche dichiarato che «nulla suggerisce» che niente - di questo nuovo ceppo di coronavirus -  suggerisce una mortalità maggiore, complicazioni o l'inefficacia del vaccino impiegato.

La posizione dell'Oms

Al momento «non ci sono prove» che la variante del coronavirus scoperta in Gran Bretagna «si comporti in modo diverso», ha detto la dottoressa Maria Van Kerkhove dell'Oms nel consueto briefing sul Covid-19. La nuova variante, ha spiegato, «viene già monitorata dal Virus Evolution Working Group nel contesto delle varie mutazioni del virus scoperte nei visoni in diverse parti del mondo».

Lunedì 14 Dicembre 2020, 17:39 - Ultimo aggiornamento: 19:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA