Floyd, la figlia Gianna, 6 anni: «Mi manca papà, ha cambiato il mondo». Non sa ancora come è morto

Floyd, la figlia Gianna, 6 anni: «Mi manca papà». Non sa ancora come il padre è morto
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Giugno 2020, 14:23 - Ultimo aggiornamento: 17:26

«Voglio che la gente sappia che mi manca», ha detto Gianna Floyd, la figlia di sei anni di George Floyd, in un'intervista ad Abc, insieme alla madre Roxie Washington che solo ieri è apparsa in lacrime in conferenza stampa con la piccola e un amico dell'afroamericano 46enne ucciso dalla polizia, l'ex giocatore della Nba Stephen Jackson. Floyd è morto durante un fermo di polizia dopo che un agente bianco, Derek Chauvin, gli ha premuto il suo ginocchio sul collo per quasi nove minuti.

LEGGI ANCHE George Floyd, 200 arresti a New York. Capo polizia Houston a Trump: «Tieni la bocca chiusa». La figlia della vittima: «Papà mi manca»


In un video apparso sui social la bimba viene tenuta sulle spalle di Stephen Jackson ed esclama: «Papà ha cambiato il mondo!».
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

"My Daddy Changed The World!!!" When You Remember #GeorgeFloyd Make Sure You Remember This Beautiful Soul That He Left Behind 💔😔😥 #BLM #Blacklivesmatter 🎥Captured by @skrptz

Un post condiviso da Skrptz (@skrptz) in data:


Roxie Washington ha confessato alla Abc di non aver ancora trovato le parole giuste per spiegare alla bambina come suo padre è morto. «Non sa ancora cosa è successo. Le ho detto che suo padre è morto perché non poteva respirare». Gianna, in una precedente intervista, ha detto di «voler fare il medico da grande, così posso aiutare gli altri». E ancora: «Voglio giustizia per George. Voglio giustizia per George perché era buono. Lo hanno strappato a lei. Alla fine loro tornano a casa dalle loro famiglie. Gianna non ha un padre. George non la vedrà mai crescere, laurearsi e non l'accompagnerà mai all'altare.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA