Russia, fa guidare il figlio di sei anni in autostrada e condivide il video sui social: mamma indagata

Lunedì 18 Novembre 2019 di Alix Amer

Una madre russa è stata indagata dalla polizia e dai servizi di assistenza all’infanzia per un video pubblicato sui social che mostra suo figlio di sei anni mentre guida una macchina su un’autostrada a 80 miglia all’ora. Agina Altynbayeva, 29 anni, aveva messo suo figlio al volante della sua Hyundai Solaris su un’autostrada deserta nella regione del Tatarstan. Il filmato scioccante mostra il ragazzo che sembra avere il controllo della macchina mentre si vede il quadrante di velocità toccare 130 miglia all’ora (130 km/h). Oltre ad essere evidentemente ben al di sotto dei 18 anni il bambino stava infrangendo il limite di velocità della strada che era di 120 km/h.

Incidente con l'auto presa alla madre, muore a 16 anni. Il post dei genitori: «Non fate str...»

Secondo alcuni rapporti della polizia il bambino è noto per aver subito un intervento chirurgico agli occhi questa estate. La signora Altynbayeva ha reagito furiosamente alle critiche ricevute dopo aver pubblicato i filmati sui suoi social media. Chiamando il video “Happy Son”, la madre di quattro figli ha commentato: «Vivo come voglio. Non mi pento di nulla, sono calma per tutto. Non ho bisogno dei tuoi giudizi». E ancora: «Non hai provato a vivere la mia vita. Non hai il diritto di giudicarmi. Sono orgogliosa che i miei figli possano facilmente guidare una macchina». Altynbayeva - che ha lavorato nella pubblicità e in un’impresa di autonoleggio - ha affermato di aver permesso ai suoi figli di guidare l’auto come compensazione per l’assenza del padre dalla casa di famiglia. Per lo stesso motivo, sta insegnando loro a sparare, ha aggiunto. «Adoro ogni minuto di questa vita trascorsa con i miei ragazzi. Mi piace tanto essere una madre. Mi piace passare tutto il mio tempo solo con i miei amati figli».
 

 

Quando le è stato riferito di essere stata denunciata alla polizia per il video ad alta velocità, ha risposto: “Fottetevi tutti. Esiste una legge ma non dice che i bambini non possano stare al volante». Alle persone che l’hanno attaccata, ha detto: «Non mi interessa la tua vita privata e vorrei che fosse reciproco...Faccio tutto bene, e se pensi che non sia giusto, è un tuo problema».
La polizia e le autorità di assistenza all’infanzia hanno avviato un’indagine preliminare dopo la pubblicazione del video, secondo quanto riferito dal ministero degli interni del Tatarstan.
«Prima di tutto, la donna sarà ascoltata insieme ai parenti dagli agenti della GIBDD (polizia stradale russa) e sicuramente verranno prese delle misure» ha detto il portavoce del ministero. «Nel caso in cui questi parenti risultassero insufficienti, prenderemo in considerazione l’invito della madre a un incontro con la commissione per gli affari giovanili». Prima Altynbayeva è stata criticata per un altro video in cui ha guidato con un bambino in grembo. Il figlio maggiore ha nove anni e il più giovane nove mesi. 
 

Ultimo aggiornamento: 21:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma