Il Viminale raccomanda massima attenzione alle vittime di violenza

Martedì 31 Marzo 2020

Massima attenzione alle donne vittime di violenza. Lo raccomanda la circolare del ministero dell'Interno, dipartimento pubblica sicurezza, firmata dal capo della polizia Franco Gabrielli il 27 marzo scorso.

L'oggetto è «violenza di genere e violenza domestica, azione di sensibilizzazione». La circolare è indirizzata al comando generale dei carabinieri e della Guardia di Finanza, alla direzione generare anticrime della polizia e ai singoli questori.

Messina, studentessa di Medicina strangolata dal compagno. L'ultimo post di Lorena sul Coronavirus: «Amate la vita»

Evade dai domiciliari e lancia molotov alla finestra della ex compagna per incendiare la casa

Le limitazioni imposte dalle misure anticontagio, si legge nella circolare, espongono tante donne al rischio di violenza domestica. Non si può uscire da casa, diventa più difficile chiedere aiuto. In questa situazione diventa quanto mai centrale l'azione delle forze di polizia. Bisogna assicurare quotidianamente, raccomanda Gabrielli, tutti gli interventi necessari per tutelare le persone che subiscono violenza. Agli «operatori è richiesto un innalzamento della soglia di attenzione».

Francia, durante la quarantena i casi di violenza in casa aumentati del 30%

Per tutelare le donne «dovranno essere promosse con particolare sollecitudine tutte le azioni che consentano ai questori di adottare provvedimenti di ammonimento nei confronti dei responsabili».

YouPol, l'app della Polizia di Stato, si specializza per contrastare la violenza domestica

La circolare 21 marzo 2020 diramata dal Viminale  invitava i prefetti a verificare sui territori, anche coinvolgendo i comuni e le associazioni, l'esistenza di soluzioni di alloggio ulteriori, anche temporanee, rispetto a quelle esistenti. I prefetti, ricorda la circolare, possono eventualmente anche avvalersi del potere attribuito loro dal recente decreto legge 17 marzo 2020  di requisire strutture alberghiere o altri immobili idonei per ospitarvi persone in sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario o in permanenza domiciliare.

 

Ultimo aggiornamento: 2 Aprile, 11:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA