CORONAVIRUS

YouPol, l'app della Polizia di Stato, si specializza per contrastare la violenza domestica

Domenica 29 Marzo 2020 di Beatrice Martelli
TERNI     «Restare a casa» è una delle principali indicazioni da rispettare scrupolosamente per contrastare la pandemia Covid-19, ma per alcune persone rimanere chiusi nella propria abitazione rappresenta un pericolo ancora maggiore di quello del virus.  Per contrastare dunque i reati di violenza domestica, garantendo la massima accessibilità al pronto intervento, l’app YouPol, strumento ufficiale della Polizia di Stato, si aggiorna, fornendo agli utenti una nuova funzione, oltre a quelle già presenti pensate contro bullismo e sostanze stupefacenti. Le segnalazioni dei comportamenti violenti possono essere fatte in forma anonima, eventualmente accompagnate da foto o video, e dall’applicazione si può chiamare direttamente il 113. «Tutte le segnalazioni vengono ricevute dalla sala operativa della Questura commettente per territorio». L’applicazione è facilmente installabile su tutti gli smartphone e tablet con i sistemi operativi di iOS e Android. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani