Colonna di epoca imperiale riemerge dalla villa di Domiziano a Sabaudia

Martedì 15 Settembre 2020 di Ebe Pierini

Una colonna romana strigilata di età imperiale, risalente probabilmente al primo secolo dopo Cristo, perfettamente conservata, è stata ritrovata ieri mattina nell’area archeologica della villa di Domiziano, sulle sponde del lago di Paola, a Sabaudia. L’oggetto di marmo è ritornato alla luce durante degli scavi nel corso di lavori di restauro della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio all’interno dell’area della peschiera grande che è ancora chiusa al pubblico e che, in futuro, dovrebbe essere aperta ai visitatori.

Non si sa se sotto la superficie ci siano ancora altre colonne o parti di esse ma ci si augura che il terreno nasconda altro. Il che è molto probabile data la concentrazione di reperti archeologici in quell’area. Di sicuro una scoperta molto importante. La situazione non è ancora chiara. Siamo ancora in fase di scavo per cui si potremmo scoprire che c’è ancora molto sotto terra. Per sapere di più è necessario attendere il futuro.

Per ora la colonna sarà trasportata presso un magazzino sicuro per proteggerla e tutelarla. Se sará trovato il basamento sul quale poggiava si potrebbe pensare di riportarla lì dove è trovata. La colonna di età flavia è coeva della villa di Domiziano e probabilmente non si trovava nel punto in cui é stata ritrovata ed è stata spostata rispetto alla collocazione originaria. Una scoperta davvero sensazionale che apre la strada a futuri scavi e probabilmente altri importanti ritrovamenti in un’area che di per sé è già di elevato pregio dal punto di vista archeologico. Si tratta di un ritrovamento importante soprattutto dal punto di vista architettonico. Non conosciamo ancora la funzione che aveva questa colonna, in che contesto fosse inquadrata, se facesse parte di un portico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA