Muretto di Jesolo, gestore fallito per debiti: ma la discoteca può aprire

Muretto di Jesolo, fallito il gestore, ma il locale può aprire
di Giuseppe Babbo
3 Minuti di Lettura
Sabato 23 Aprile 2022, 12:14

JESOLO - La prima notizia è comunque positiva, perché il locale è aperto e continuerà ad esserlo. Concesso l'esercizio provvisorio alla P2 Srl, la società che attualmente gestisce la discoteca Il Muretto. É il risultato ottenuto nel tardo pomeriggio di ieri - 22 aprile - dagli amministratori della stessa società, al termine di una giornata a dir poco convulsa e complicata. Sempre ieri, ma nella mattinata, il Tribunale di Venezia aveva infatti dichiarato fallita la stessa società.

Barman senza green pass: i carabinieri chiudono la discoteca

Muretto, debiti e fallimento

Alla base di questa decisione dei debiti esistenti con l'Agenzia delle Entrate. Insomma, una situazione pregressa, di certo non agevolata dagli ultimi due anni di pandemia con le chiusure imposte ai locali, tanto che la discoteca di via Roma destra in 24 mesi è riuscita ad aprire solo per quattro serate, senza dimenticare tutti gli eventi annullati sulla spiaggia.

Muretto fallito e subito rinato


Ma in ogni caso è stata immediata la reazione dei gestori del locale che, attraverso i propri professionisti, tra i quali l'avv. Gianmaria Daminato, sono riusciti a rovesciare la situazione e a rimettere in piedi la società praticamente a tempo di record. Prodotta tutta la documentazione necessaria, il Tribunale nel pomeriggio ha autorizzato il curatore, ovvero il commercialista mestrino Nerio De Bortoli, già conosciuto in passato per aver gestito simili situazioni con il Calcio Venezia e il Calcio Vicenza, a procedere con l'esercizio provvisorio. In questo modo è stata autorizzata la prosecuzione dell'attività che verrà controllata dal Tribunale e dallo stesso curatore.


Muretto di Jesolo: serate e dj


Confermata, dunque, la serata di domani, sempre con lo stesso tipo di intrattenimento e la musica remixata dai migliori dj al mondo. E lo stesso accadrà per la sera del 30 aprile, quando a scaldare la consolle ci sarà sempre un dj stellare. La notizia ieri pomeriggio è rimbalzata praticamente ovunque in città e nel litorale, suscitando pur con tutte le cautele del caso, un minimo di sollievo vista la decisione di garantire le aperture. Con molta probabilità, alla base della concessione dell'esercizio provvisorio, c'è la constatazione del valore che un locale a dir poco storico rappresenta per la città e per tutta la costa veneta, sia in termini di indotto che di attrazione turistica ma anche di occupazione. Ed è anche su questi aspetti che è stato deciso di dare una continuità. Senza dimenticare che la possibilità di tenere ancora aperto rappresenta una forma di garanzia di entrate anche per i creditori. Non a caso è allo studio un programma di eventi e serate sulle base dello stile del Muretto, in grado di richiamare un gran numero di ospiti per tutta l'estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA