Serie C, il Teramo perde a Trieste (3-2) ma si porta a casa la salvezza

Serie C, il Teramo perde a Trieste (3-2) ma si porta a casa la salvezza
2 Minuti di Lettura
Domenica 28 Aprile 2019, 20:52

Il Teramo torna dalla trasferta in casa della Triestina con la salvezza in tasca. Nonostante il ko (3-2 finale), i concomitanti risultati delle avversarie fissano il playout a quattro punti di distanza ad una giornata dal termine. Decisiva, dunque, come già era apparso, la vittoria della vigilia di Pasqua contro la Vis Pesaro.

Primo tempo denso di gol con la Triestina che va avanti con Granoche su calcio di rigore, assegnato per un contatto (molto dubbio) tra Fiordaliso ed il quasi biancorosso Costantino. Il Teramo però reagisce, trova buone trame e pareggia i conti con Fiordaliso dopo aver sfiorato il pari già in precedenti due occasioni.

E’ proprio Costantino però a riportare avanti gli alabardati: qualcosa non funziona nei meccanismi dell’offside del Teramo, con il pinetese che riceve ed infila Pacini tra le gambe. Prima di tornare negli spogliatoi, il grande ex Petrella prima sfiora di testa la rete e poi firma il tris (col destro), non esultando per rispetto della sua ex piazza.

Nella ripresa accade poco, ma il Teramo produce di più rispetto alla Triestina: De Grazia e Proietti non hanno fortuna, così come Armeno che viene murato dopo aver raccolto un cross di Ventola. La gara si accede al 40’, quando un’entrataccia su Granoche costa a Spighi il rosso diretto. Anche Lambrughi viene espulso per aver provato a far giustizia. Nel recupero Proietti trova il 3-2 con una deviazione dei padroni di casa e Caidi sfiora l’incredibile pari. Ma per il Teramo ciò che conta è essere salvo. 

TRIESTINA - TERAMO 3 - 2

Triestina: Offredi; Formiconi, Malomo, Lambrughi, Frascatore; Petrella (20’st Procaccio), Maracchi, Coletti (36’st Steffè sv), Beccaro (36’st Hidalgo); Costantino, Granoche (45’st Codromaz). A disp.: Boccanera, Matosevic, Libutti, Pizzul, Mensah, Bariti, Bolis, Messina. All.: Pavanel.
Teramo: Pacini; Polak, Caidi, Fiordaliso (34’st Barbuti); Ventola, Spinozzi (28’st Spighi), Proietti, De Grazia (34’st Cappa), Celli (6’st Armeno); Infantino, Sparacello (28’st Zecca). A disp.: Lewandowski, D’Aniello, Celentano, Altobelli. All.: Maurizi. 
Arbitro: Gariglio di Pinerolo. 
Reti: 15’pt rig. Granoche; 28’pt Fiordaliso; 37’pt Costantino; 45’pt Petrella; 46’st Proietti.
Note: ammoniti Coletti, Sparacello, Polak; espulsi Spighi e Lambrughi al 40’st; recupero 6’ nel st.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA