Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Chieti, crolla il ponte di Guastacconcio a Paglieta

Il Ponte di Guastacconcio
di Mario Giancristofaro
2 Minuti di Lettura
Domenica 13 Febbraio 2022, 10:45 - Ultimo aggiornamento: 18:45

È crollato il ponte di Guastacconcio o ponte Guastacconcia sulla provinciale 97 a Paglieta (Chieti). Era chiuso dallo scorso 14 dicembre su provvedimento della Provincia perché le abbondanti piogge di quei giorni avevano creato un pericoloso avvallamento al centro della carreggiata del cavalcavia. Nonostante le sollecitazioni del sindaco di Paglieta, Ernesto Graziani, oltre che degli abitanti e dei rappresentanti delle realtà economiche e commerciali della zona affinché il ponte venisse ristrutturato e poi riaperto, le condizioni si sono rivelate talmente compromesse da determinarne il crollo improvviso. Per fortuna non si registrano vittime.

Ponte crollato, gli appelli

Appelli per i lavori erano arrivati non più tardi di due settimane fa dalla Val di Sangro: «Non si può andare avanti col territorio spaccato in due». Il crollo di ponte Guastacconcio impone agli automobilisti un giro di qualche chilometro in più per raggiungere il ponte più vicono che è quello di Montemarcone.

Un decreto ministeriale aveva destinato 116 mila euro per primi interventi urgenti: il progetto dell'ingegner Paolucci era stato appaltato all'impresa D'Amico Costruzioni per iniziare i lavori ad aprile prossimo. Inoltre, nell'ambito del “Decreto Ponti” erano stati previsti 2 milioni e 200 mila euro per la messa a norma dell’intera struttura. Con il crollo, lo scenario cambia completamente e andranno reperite nuove e più ingenti risorse per ricostruire il ponte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA