Meeting nazionale "Città di Pescara" con il pubblico sugli spalti

Un momento del meeting intitolato alla memoria di Renato D'Amario
di Paolo Sinibaldi
3 Minuti di Lettura
Martedì 8 Giugno 2021, 17:51 - Ultimo aggiornamento: 17:52

C’era un’atmosfera di festa allo stadio Adriatico-Cornacchia di Pescara, per il primo evento di atletica svoltosi con la presenza di pubblico in Abruzzo, dopo due anni. La capienza dello stadio pescarese permetteva l’ingresso di 1.000 persone sulle tribune, oltre a quella di tecnici e dirigenti al campo di gara. L’occasione è stata offerta dalla 3^ edizione del meeting nazionale giovanile Renato D’Amario, organizzata dalla società Passologico Pescara. Molto numerosa la partecipazione, con nutrita presenza di atleti provenienti da fuori regione, che hanno fatto lievitare i numeri degli iscritti. Inoltre, era inserita una gara di 100 ostacoli femminile a inviti su richiesta del settore tecnico nazionale, che vedeva impegnate specialiste di alto livello. La gara è stata vinta da Giulia Latini (Carabinieri) con il tempo di 13”62 (vento - 0,9 m/s), su Angelika Wegierska (Atletica Firenze Marathon) 13”72, terza Nadine Santificetur (CUS Perugia) 14”39.  

Nelle altre gare, spicca il livello tecnico e agonistico dei 400 maschili, vinti dall’anconitano Alessandro Moscardi (Stamura Ancona) al primato personale con un ottimo 47”53, davanti al pescarese Fabio Olivieri (CUS Pro Patria Milano) 48”94, terzo Alessandro Miranda (Aterno Pescara) 49”67, quarto Paolo Di Giovanni (Aterno Pescara) 49”94. Di spessore anche i 400 femminili, dove si è messa in luce ancora una volta l’Allieva classe 2005 Francesca Orfeo (Aterno Pescara), vincitrice con 57”43, all’esordio assoluto in una gara sul giro di pista dopo aver corso due settimane prima i 200 in 24”67. Alle sue spalle si sono date battaglia Sofia Scorcelletti (Stamura Ancona) 59”51 e l’Allieva Ludovica Mambella (Aterno Pescara) al primato personale, terza con 59”93. Sempre in tema di velocità, emerge un interessante prospetto tra le Cadette (under 16): la non ancora quattordicenne Serena Di Renzo (Serafini Sulmona), che ha vinto gli 80 metri con 10”71 e i 300 con 43”03, dimostrando di avere molte qualità da esprimere. Dietro di lei sui 300, bene anche Cristina Filipponi (Atletica Teramo) 43”23. Sui 100 ostacoli Allieve (cm 76), Kathelyn Marziale (Unione Atletica Abruzzo) va a 2 centesimi dal suo record regionale con 15”08 (vento + 1,1 m/s), davanti a Sofia Camerano (Aterno Pescara) 15”55. Sugli 80 ostacoli Cadette in luce Federica Giorgetti (Aterno Pescara) con 12”69, mentre sui 100 ostacoli si conferma Alessandro Baldassarre (Mennea Chieti) con 14”02.  Nella marcia Cadette 3.000 metri continua a fare segnare interessanti progressi Stella Saturni (Passologico) con 15’50”11. Nei salti, si segnala la vittoria di Cosimo Pio Sgherza (Bari Allenamenti) nel lungo Cadetti con 6,56. Sui 1000 Ragazze, clamoroso 3’02”83 di Caterina Caligiana (Atletica Capanne Perugia). Altri risultati. Donne. 100 (vento - 0,2 m/s): 1^ Benedetta Mambella (Aterno) 12”40. Triplo Cadette: 1^ Francesca Izzi (Atletica Isernia) 10’91, 2^ Sofia Machetti (Atletica Teramo) 10,29. Uomini. 100 (v. - 0,4): 1° Francesco Ginaldi (Aterno) 11”13. Martello Allievi (Kg 5): 1° Mirco De Paolis (Unione Atletica Abruzzo) 55,84.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA