Il Comune dice sì al Monterosi, ma servirà una nuova convenzione con la Viterbese

Il Comune dice sì al Monterosi
di Marco Gobattoni
3 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Giugno 2021, 06:05 - Ultimo aggiornamento: 10:56

Un passo in avanti che avvicina l'accordo definitivo ma che dovrà comunque passare attraverso il rinnovo della convenzione tra comune di Viterbo e Viterbese. Il soggetto della vicenda è lo stadio Enrico Rocchi: da oltre due mesi, come scritto su queste colonne, Comune, Viterbese e Monterosi stanno lavorando per chiudere un accordo che preveda, per la prossima prima storica stagione dei biancorossi in serie C, la possibilità di far disputare le gare casalinghe dei monterosolini all'interno dell'impianto di via della Palazzina.

La giornata di ieri è stata importante ed è arrivata al termine di una serie di incontri che avevano già portato ad un accordo di massima tra Viterbese e Monterosi. I numeri uno dei club, Marco Arturo Romano e Luciano Capponi hanno chiuso sia l'accordo economico che quello organizzativo, ma per definire il tutto manca il timbro in cera lacca del Comune. E qui veniamo a ieri: con una delibera di giunta, che sarà l'atto apripista della vicenda, Palazzo dei Priori ha dato l'assenso alla proposta arrivata dalla Viterbese di ospitare il Monterosi.

La convenzione in essere infatti, prevede che la società gialloblù sia l'unica concessionaria dell'impianto e che non possa concederlo in uso ad altri. Per questo, nella serata di ieri, il comune di Viterbo ha inoltrato un nuovo schema di convenzione alla Viterbese; un contratto nuovo di zecca che tenga conto della presenza di due squadre professionistiche all'interno della stessa struttura. Questo ovviamente comporterà un maggiore impiego dell'impianto stesso con  il monitoraggio del terreno di gioco che dovrà essere costante. In sostanza, nella nuova convenzione, il Comune, chiederà alla Viterbese di farsi carico delle eventuali spese per il rifacimento del terreno di gioco a fine anno.

Questa in verità, è stata sempre la posizione della maggioranza, con il presidente Romano che dovrà stornare una parte dell'incasso derivante dall'accordo con il Monterosi per la manutenzione del manto erboso di proprietà della Regione, ma in procinto di essere ceduto al Comune stesso. Queste pratiche burocratiche saranno risolte nei prossimi giorni, con il Monterosi che ha chiesto una proroga alla Federazione, supportata da una lettera del comune di Viterbo che si dichiara disponibile ad ospitare le gare interne del club biancorosso, in merito all'indicazione dello stadio dove giocare nella prossima stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA