Unitus nella Top Ten delle università italiane

Domenica 21 Febbraio 2021 di Carlo Maria Ponzi
Il rettore Stefano Ubertini

Università della Tuscia: continuano a piovere riconoscimenti. L’ultimo arriva da “Education Around”, nuovo ranking disciplinare degli atenei della Penisola, che, sulla base dei dati del consorzio Almalaurea, ha analizzato nel 2021 le performance di tutte le 63 università italiane concentrando la valutazione su qualità della didattica ed esperienza degli studenti.

L’esito? ««Il nostro ateneo – rivela il rettore Stefano Ubertini -  è presente nella top ten di quattro ranking disciplinari. Nelle delle aree di Lettere e Filologia e di Agraria (che include tecnologie agrarie, tecnologie alimentari, tecnologie forestali e ambientali) siamo collocati al sesto posto. Nell’area delle scienze politiche ci piazziamo all’ottavo su 32 Atenei presenti in classifica».

Grazie a un altro indicatore (l’analisi della qualità dell’esperienza degli studenti) l’acme è raggiunta dai corsi di laurea in Scienze umanistiche e in Scienze politiche e relazioni internazionali che consentono a Unitus si colloca addirittura al primo posto. Promossa a pieni voti Ingegneria. «La nostra laurea – sottolinea Giuseppe Calabrò, presidente del corso in Ingegneria industriale - a meno di 10 anni dalla sua attivazione si colloca al decimo posto complessivo e al secondo posto nei giudizi e nell’esperienza degli studenti su 42 università presenti nel ranking».

Risultati soddisfacenti si registrano nelle lauree triennali e magistrali nella classe di biologia e biotecnologie per le quali Unitus rientra tra le prime 20 università a livello nazionale, così come le lauree magistrali in ambito economico per le quali l’ateneo della Tuscia si colloca a metà classifica. «I risultati conseguiti nei ranking disciplinari di Education Around – afferma il rettore - che si basa su dati noti e verificabili, confermano la qualità della didattica, le prospettive e gli sbocchi occupazionali dei nostri corsi di laurea».

«I gruppi di criteri utilizzati per stilare i ranking – conclude Luca Secondi, delegato del rettore per il posizionamento nazionale e internazionale - privilegiano il punto di vista e la soddisfazione degli studenti, la qualità della didattica e gli sbocchi occupazionali, basandosi su cinque macro-dimensioni (internazionalizzazione, prospettive occupazionali, tirocini, alunni network ed esperienza degli studenti) che contribuiscono con pesi diversi per lauree triennali, magistrali e a ciclo unico, alla composizione del punteggio finale». 

Ultimo aggiornamento: 22:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA