Tuscia, a spasso nei luoghi che hanno ispirato i film

Tuscia, a spasso nei luoghi che hanno ispirato i film
di Ugo Baldi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Febbraio 2021, 11:53

In bici, a cavallo o passeggiando tra i luoghi della Tuscia che hanno ispirato il grande cinema italiano. E' la nuova iniziativa firmata dalla Camera di Commercio di Viterbo e dal sito Tusciasport.it che partirà nel prossimi giorni. L'elenco degli appuntamenti e percorsi comprende giornate dedicate alla natura, allo sport, alla cultura, l'archeologia, l'arte, gli eventi, le feste patronali ed eventi enogastronomici.

I percorsi sono un'occasione per riscoprire il turismo sportivo e green, sostenibile, percorrendo i grandi set naturalistici e storici di film d'autore come L'Armata Brancaleone di Mario Monicelli girato nel basso viterbese (tra Nepi e Civita Castellana), il Pinocchio di Luigi Comencini, Il vigile di Luigi Zampa e La Strada di Federico Fellini ma anche di serie tv e kolossal stranieri tra cui Catch-22, con George Clooney, The Young Pope di Sorrentino e I Medici, che hanno scelto come set Villa Lante, Sutri e Viterbo.

VIAGGI TEMATICINon solo cinema. In vista della primavera, per rilanciare e valorizzare il patrimonio naturalistico, artistico, culturale e tradizionale italiano, attraverso un turismo sostenibile, saranno attivati viaggi tematici tra le bellezze del territorio: oltre 300 km per una full immersion esperienziale, un tuffo negli odori, nei sapori e nei colori. DANTE E GOETHETra le offerte previste figura l'Italia di Dante, a 700 anni dalla sua morte, i paesaggi narrati da Goethe in Viaggio in Italia al lago di Vico, Sutri e le necropoli e gli scorci che hanno ispirato Pirandello nel suo Rondone e Rondinella, a Soriano nel Cimino.

Tra i percorsi disponibili: il sentiero che conduce dal borgo di Vitorchiano, che ospita l'unico Moai esistente fuori dall'Isola di Pasqua; fino a Bomarzo, attraversando il Monumento naturale di Corviano, le cascate del Martelluzzo, la riserva naturale Monte Casoli e il Parco dei mostri. Il sentiero da Soriano nel Cimino a Cura di Vetralla. Il sentiero che conduce dai monti Cimini fino alle pendici delmonte Palanzana, attraversando la riserva naturale Regionale dell'Arcionello. Altri itinerari sono stati individuati tra Vejano e Blera e a Celleno

© RIPRODUZIONE RISERVATA