L’Università degli studi della Tuscia scala ancora le classifiche internazionali

Venerdì 21 Agosto 2020 di Carlo Maria Ponzi
Il chiostro medievale del rettorato di S. Maria in Gradi
L’Università degli studi della Tuscia tra i primi atenei del mondo. Lo certifica la classifica pubblicata nell’edizione 2020 dell’Academic Ranking of World Universities (Arwu; www.shanghairanking.com).
 
«Il nostro ateneo – sottolinea il rettore Stefano Ubertini - collocatosi nella fascia 801-900, conferma, per il secondo anno consecutivo la propria presenza tra le migliori sedi universitarie internazionali. Si tratta del top 5%, se consideriamo che le università censite al mondo sono poco meno di 20.000».
 
Il ranking Arwu di Shanghai ogni anno seleziona, valuta e classifica oltre 2.000 Atenei a livello mondiale, su poco meno di 20.000 università censite, ma soltanto i risultati delle migliori 1000 vengono pubblicati. La metodologia utilizzata per la classificazione tiene conto di alcuni indicatori, fra i quali le dimensioni della qualità della didattica e dell’offerta formativa, dello staff accademico, nonché dei risultati dell’attività di ricerca con riferimento alla banca dati Web of Science.
 
«In modo particolare – riferisce Luca Secondi, delegato del rettore per il posizionamento nazionale e internazionale - la Tuscia si colloca tra le prime 200 in “Agricultural Science” e in “Food Science & Technology” e tra le prime 500 in “Ecology” ed “Environmental Science and Engineering”, confermando così la qualità dell'offerta formativa e la rilevanza delle proprie attività di ricerca e di collaborazione internazionale».
 
«È un risultato importante che consolida la dimensione internazionale del nostro Ateneo – commenta ancora Ubertini - tenendo conto che i ranking spesso abbiano criteri non sempre facilmente applicabili alle peculiarità delle Università pubbliche italiane. Ma è importante esserci, indipendentemente dal posizionamento, per entrare in contatto con studenti di tutto il mondo e raggiungere l'obiettivo di rendere Viterbo una città universitaria internazionale».
 
Per quanto riguarda il prossimo anno accademico, sono aperte le immatricolazioni; chi dovesse ancora sostenere il test di ingresso può farlo da casa online nei giorni 2, 8, 9 e 10 settembre (maggiori informazioni su unitusorienta.unitus.it). © RIPRODUZIONE RISERVATA