Covid, incubo finito alla residenza per anziani San Raffaele Arcangelo

Martedì 1 Dicembre 2020

La casa di riposo San Raffaele Arcangelo libera dal Covid-19. In queste ore la decretata chiusura, da parte della Asl di Viterbo, del riconoscimento di “Focolaio epidemiologico Sars-Covid2”. 
«Abbiamo vissuto un mese difficile, con giorni caratterizzati da grande paura e dal timore che Bagnoregio potesse diventare zona rossa - ha commentato il sindaco di Bagnoregio, Luca Profili -. Siamo riusciti, grazie a un tracciamento veloce, a limitare il contagio e a stroncare la diffusione del virus. Per dare un indice della sua pericolosità ci basta dire che un caso uscito positivo dal San Raffaele aveva, in pochissimo tempo, già contagiato dieci contatti stretti. In questa esperienza abbiamo imparato e fatto tesoro dell’importanza della velocità per contrastare il dilagare del virus e ci siamo strutturati per essere davvero veloci».
«Abbiamo fronteggiato al meglio una situazione difficile – continua il primo cittadino -. Il mio più vivo ringraziamento va al personale sanitario della Asl di Viterbo, per la grande professionalità dimostrata. Il mio grazie va al direttore generale Daniela Donetti, a Giuseppe Cimarello, a Giovanni Chiatti, a Silvia Aquilani, a Giulio Starnini, ad Angelo Carai, a Luca Poleggi, a Giuseppe Gervasi, ad Alessandro Menghini, alla dottoressa Cristina Natalizi e al responsabile della nostra Casa della Salute Ivano Mattozzi. Un grande grazie alle operatrici del San Raffaele. Grazie al presidente Stefano Bizzarri e ai volontari della nostra Croce Rossa che sono stati straordinari, permettendo agli ospiti della casa di riposo di rimanere in contatto con i propri famigliari attraverso tablet e smartphone»

© RIPRODUZIONE RISERVATA