Civitafestival fa il pieno di spettatori. Il programma della settimana finale

Civitafestival fa il pieno di spettatori. Il programma della settimana finale
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 1 Settembre 2021, 19:07

Settimana finale del Civitafestival 2021, tra musica, teatro e arte a Civita Castellana. Oggi ritornerà il Progetto Mazzocchi alla ricerca dell'identità musicale attraverso le esecuzioni delle musiche di Domenico Mazzocchi, personalità del barocco romano. L'appuntamento è alla chiesa di San Gregorio a partire delle 21.Domani, E cammarere, indagine sulla lingua di Napoli attraverso la riscrittura del capolavoro Le serve di Genet. La serata si svolgerà al chiostro di San Francesco all'interno della curia vescovile in piazza Matteotti.

Il 3 settembre ancora teatro con Leonardo Manzan, con It's App to You il primo videogioco a teatro, una realtà virtuale immersiva a 360° sempre all'interno del chiostro.Altro ritorno sabato 4 con la cantante e chitarrista Stefania Placidi e il suo Trio, con Fior d'Amaranto che presenterà musiche della tradizione popolare di Roma, anche questo appuntamento è stato programmato dal direttore artistico Fabio Galadini all'interno del chiostro di San Francesco.

Domenica 5 settembre gran finale della 33esima edizione. Elena Bonelli, ambasciatrice della canzone romana nel mondo, salirà sul palco del CivitaFestival interpretando Brecht, cantando e recitando squarci teatrali e canzoni tratte dalle migliori pièces del drammaturgo tedesco offrendone inedite chiavi di lettura. Il finale è stato fissato all'interno del cortile maggiore del Forte Sangallo con inizio alle 21.

E' sempre aperta la mostra In divenire presso la ex chiesa dei Cappuccini - ora Art Ceram - in via Tenderini, di Francesco Lupo che presenta le ultime sue opere fotografiche.«Con due sold-out dice Fabio Galatini possiamo essere ampiamente soddisfatti di questa edizione, tante le presenze di stranieri e di persone a cui piace praticare il turismo culturale. Il programma è in linea con la programmazione degli anni scorsi con la presenza di grandi nomi e giovani emergenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA