A spasso sul tratto urbano ed extraurbano della Via Francigena

Un tratto di Via Francigena nelle campagne di Viterbo
di CMP
2 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Novembre 2021, 06:10

Francigena mon amour. Almeno per l’ufficio turistico del capoluogo che, dopo aver aperto (in collaborazione col Cai, centro alpino italiano) uno sportello informazione in via Ascenzi che rilascia le cosiddette “credenziali del viandante”, pone l’antica via del pellegrinaggio medievale al centro di visite guidate nei luoghi chiave del percorso che tocca la Città dei Papi.

Domenica 14 novembre, dalle ore 9, è possibile andare sulle tracce dei pellegrini grazie a un itinerario urbano ed extraurbano che toccherà la chiesa di Santa Maria Nuova (la più antica di Viterbo, 1217), il quartiere di San Pellegrino, l’ospedale dei latini e inglesi, l’ospedale dei Templari, Porta di Valle, Strada Signorino, località Asinello, Ponte San Nicolao, Strada Freddano con ritorno a Porta di Valle.

«Viterbo – sottolineano gli organizzatori – era la tappa più importante della Francigena prima dell’agognata meta di Roma. Dal Medioevo ai giorni nostri la nostra città ha assistito a un flusso ininterrotto di pellegrini che oltre a pregare nel Duomo e nelle altre chiese, potevano ristorarsi e riposare nei vari ostelli messi caritatevolmente a disposizione dai vari ordini religiosi. La visita ripercorre, nel modo più fedele possibile, il cammino dei viandanti, dapprima all’interno del perimetro delle mura, quindi negli immediati dintorni, in direzione di Vetralla».

Istruzioni per l’uso. Appuntamento all’Ufficio turistico (Pensilina) di Piazza Martiri d’Ungheria. La prenotazione è obbligatoria. La visita osserverà le disposizioni di sicurezza anti-Covid 19. Info: 0761226427; 3493619681; info@visit.viterbo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA