CORONAVIRUS

Vaticano diffonde messaggio dei vescovi asiatici: Madonna di Lourdes ci protegga dall'epidemia letale del coronavirus

Lunedì 10 Febbraio 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Il Vaticano si affida alla Madonna di Lourdes, ritenuta guaritrice miracolosa, per contrastare il Coronavirus. Alla vigilia della festa  delle apparizioni mariane l'agenzia Fides della Congregazione dell'Evangelizzazione dei Popoli ha diffuso un messaggio dei vescovi asiatici: «Preghiamo affinchè la nostra Beata Madre intervenga e aiuti a prevenire un'epidemia globale. Chiediamo con fervore la sua materna protezione per fermare la rapida diffusione di questo virus mortale, per dare speranza e coraggio, imponendo le sue mani miracolose per la guarigione dei malati». Il messaggio è firmato dal cardinale Charles Maung Bo, Arcivescovo di Yangon, in Myanmar.

Il testo dei Vescovi, inviato a Fides, ricorda che virus si è diffuso in circa 30 paesi, facendo la maggior parte delle vittime in Cina, ma riscontrando casi in quasi tutti i paesi dell'Asia.

Al momento il Vaticano - nonostante l'alto flusso quotidiano di turisti asiatici nei musei e in basilica - non ha preso provvedimenti particolari, solo una circolare che risale alla scorsa settimana in cui si invita il personale a lavarsi spesso le mani e a segnalare casi sospetti. 

Papa Francesco che da tempo vuole andare in Cina ha inviato 700 mila mascherine con sopra lo stemma papale. Un ulteriore gesto di amicizia verso un popolo a lui molto caro e al quale ha spesso inviato messaggi e attestati. Con il governo di Pechino Papa Francesco ha siglato due anni fa un accordo per normalizzare la situazione della Chiesa, individuando un meccanismo per il riconoscimento di quei vescovi che erano stati nominati dal partito comunista ma non erano ancora riconosciuti da Roma. L'accordo sta andando avanti gradualemente anche se la situazione non sembra omogenea tanto che in alcune regioni sono ancora in atto persecuzioni. A denunciarle è stato, ancora una volta, il cardinale emerito di Honk Kong, Zen. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA