Scuole d'estate: quanti i soldi in arrivo nelle scuole di Terni?

Scuole d'estate: quanti i soldi in arrivo nelle scuole di Terni?
di Sonia Montegiove
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Giugno 2021, 20:42

“Un ponte per un nuovo inizio”. Così si presentava l’avviso pubblico che andrà a finanziare, a partire dalle prossime settimane, 19 progetti di altrettante scuole ternane del primo e secondo ciclo. Progetti mirati ad “ampliare e sostenere l’offerta formativa per gli anni scolastici 2020-2021 e 2021-2022”, andando a definire attività volte a “migliorare le competenze di base e a ridurre il divario digitale, nonché a promuovere iniziative per l’aggregazione, la socialità e la vita di gruppo delle studentesse e degli studenti e degli adulti”.

Il finanziamento, che porterà risorse sul ternano per un totale di 1.316.700 euro (a fronte dei 5.136.700 totali per l'Umbria), si integra con altre azioni previste nel cosiddetto “Piano scuola estate”, che ha appunto l’intento di ribadire la centralità della scuola come luogo aperto ed inclusivo nel "post Covid", dopo un lungo periodo di Didattica A Distanza. “Una scuola che – si legge nella presentazione sul sito del Ministero dell’Istruzione - restituisce spazi e tempi di relazione, luoghi per incontrarsi di nuovo e riannodare quelle relazioni purtroppo bruscamente interrotte, così importanti per lo sviluppo emotivo, affettivo, identitario, sociale di ognuno”.

Quanti i progetti nel ternano?

In totale sono stati 122 i progetti presentati dalle scuole a livello regionale, di cui 35 riferiti a istituti del ternano, e sono stati finanziati solo i primi 72, di cui 19 su Terni.

Ai primi posti della graduatoria dei finanziati c’è l’Istituto Omnicomprensivo Terni IPSIA – C.P.I.A., secondo in classifica con un progetto da 14.000 euro, seguito dall’Istituto Comprensivo “A.De Filis” di Terni, quinto con un progetto da 99.900, e dall’Istituto Comprensivo “B. Brin”, posizionatosi ottavo, con un progetto da 91.500 euro.

Tra le prime “classificate” per le scuole del secondo ciclo, invece, troviamo l’Istituto Superiore Professionale e Tecnico Commerciale di Terni, con un progetto da 99.900 euro (decimo in graduatoria regionale), e l’Istituto Magistrale Licei Statali “F. Angeloni” (undicesimo), con un progetto da 56.000 euro.

Gli altri istituti del capoluogo che potranno beneficiare di attività estive finanziate sono l’Istituto Tecnologico “Allievi-Sangallo” (100.000 euro di finanziato), il comprensivo “Felice Fatati” (40.000 euro), il comprensivo Laporta (59.000 euro) e “G. Oberdan” (50.000 euro), l’Istituto “R. Donatelli” (97.000) e la Direzione Didattica “A. Moro” (60.000).

Finanziamenti anche nei comuni del ternano

Presenti tra i finanziati anche molti progetti di scuole di altri comuni ternani diversi dal capoluogo: per Narni finanziato il Comprensivo di Narni centro (60.000 euro di progetto finanziato), l’I.I.S. Gandhi (61.000 euro) e il Comprensivo Narni scalo (99.000 euro); per Allerona, Arrona e Amelia gli istituti comprensivi “M. Cappelletti”, “G. Fanciulli” e quello di Amelia con progetti da 60.000 euro; per Acquasparta il comprensivo con un progetto da 50.000 euro e per Orvieto-Montecchio il comprensivo (100.000 euro di finanziato).

© RIPRODUZIONE RISERVATA