Giostra della Quintana di Foligno, cambi di sella: è fatta tra Massimo Gubbini e il rione Spada

Mercoledì 7 Ottobre 2020 di Giovanni Camirri

FOLIGNO - Giostra della Quintana, secondo quanto risulta a Il Messaggero, è fatta tra il rione Spada del priore Riccardo Ricci e Massimo Gubbini, ex Croce Bianca rione per il quale ha corso al Campo de li Giochi il 13 settembre scorso e col quale ha da poco terminato la collaborazione. Stando ai tantissimi rumors quintanari ciò che era nell’aria, e di cui molti parlavano già da quale che giorno è avvenuto. Quindi Massimo Gubbini è il cavalier Audace del rione Spada. Tutto avrebbe trovato la quadra nelle scorse ore e per completare l’iter mancherebbe solo qualche firma. Quindi, in vista della prossima Giostra della Quintana si annuncia un binomio davvero competitivo e cioè quello composto dall?Audace Gubbini e il meraviglioso destriero City Hunter che, anche nelle sessione di allenamento e in prova ufficiale ha dimostrato esperienza, affidabilità e, soprattutto, velocità. E per un tassello che va al suo posto ce ne sono ancora due – rione Pugilli e rione Morlupo – che attendono di definire chi sarà il prossimo Moro (Pugilli) e il prossimo Baldo (Morlupo).
IL PUNTO
Quindi il quadro attuale dei binomi rionali è questo: Ammanniti, Tommaso Finestra (Il Gagliardo); Badia Cristian Cordari salvo rivoluzioni dell’ultimo minuto (L’Ardito); Cassero Luca Innocenzi (Il Pertinace); Contrastanga (Il Furente) potrebbe essere, e tutti lo danno per quasi certo, Pierluigi Chicchini ex Pugilli mentre Alessandro Candelori, che ha corso il 13 settembre sarebbe libero; Croce Bianca (Il Fedele) Lorenzo Paci; Giotti (L’Animoso) Daniele Scarponi; La Mora (Il Generoso) Mattia Zannori; Morlupo (Il Baldo) da definire; Pugilli (Il Moro) da definire; Spada (L’Audace) Massimo Gubbini. Questo, sempre attendendole conferme del caso, sarebbe al momento il quadro con 8 rioni che hanno un binomio e due ancora no.
LA SCELTA
Pierluigi Chicchini, inoltre, dopo l’addio al rione Pugilli ha fatto due ulteriori passi in terra marchigiana. A Servigliano, dove si corre il Torneo Cavalleresco Castel Clementino “ha espresso – come si apprende da Servigliano - al nostro Console la volontà di interrompere il rapporto con il Rione Navarra. Una decisione che ci lascia spiazzati e certamente dispiaciuti. Ringraziamo Pierluigi per la trasparenza e l'onestà dimostrataci in questi due anni”. Chiusa la parentesi con Servigliano sempre dalle Marche rimbalza una ulteriore notizia che stavolta ha come sfondo la Quintana di Ascoli Piceno. Perché Sant’Emidio è pronto ad accogliere il cavaliere folignate Pierluigi Chicchini. Sul punto mancherebbe solo il placet del comitato. Dopo Raponi quindi sarà lui a difendere il sestiere del Grifone al Campo dei Giochi nelle edizioni della Quintana 2021. Due anni – si apprende sempre dalle Marche - fa il suo nome era stato accostato a Porta Romana prima dell'exploit del fenomeno in erba Lorenzo Melosso. Se tutto andrà in porto Chicchini così potrà riuscire a sfidare “Il Moro” Il suo arrivo a Sant'Emidio completerà il quadro dei cavalieri dei sei sestieri. Porta Romana si ripresenterà con il campione in carica Lorenzo Melosso, così come Solestà e Tufilla si affideranno ancora ai pluricampioni, i folignati Luca Innocenzi e Massimo Gubbini. Maggiore sarebbe propensa con Mattia Zannori anche lui cavaliere della Giostra della Quintana di Foligno per i colori del rione La Mora e la Piazzarola tornerà ad affidarsi al faentino Nicholas Lionetti.
 

Ultimo aggiornamento: 16:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA