Foligno, Giostra della Quintana, rivoluzione cambi di sella: Scarponi viaggia verso il Contrastanga, Chicchini pronto per lo Spada e Gubbini per il Giotti. Sorpresa Pugilli

Foligno, Giostra della Quintana, rivoluzione cambi di sella: Scarponi viaggia verso il Contrastanga, Chicchini pronto per lo Spada e Gubbini per il Giotti. Sorpresa Pugilli
di Giovanni Camirri
2 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Ottobre 2021, 13:57

FOLIGNO - Giostra della Quintana, dopo l’annuncio – dato da Il Messaggero - della fine del rapporto tra il rione Giotti e il cavaliere Daniele Scarponi, il valzer dei cambi di sella pare amplificarsi. E sembrerebbe anche superare alcune delle annunciate riconferme dei giorni scorsi. E su questi argomenti “radioquintana” la voce ufficiosa della base della Giostra di Foligno, è in fibrillazione. Perchè se è vero ciò che rimbalza, forse amplificato o forse no, tra i vicoli e le stradine Daniele Scarponi viaggerebbe verso il rione Contrastanga. Il che, se si dovesse trovare conferme significherebbe che Pierluigi Chicchini potrebbe andare a sua volta in un altro rione. Quale? Sempre secondo “radioquintana” sarebbe, ma anche qui col doverosissimo condizionale d’obbligo, lo Spada. E anche qui, quasi fosse la concatenazione di eventi cantata dal menestrello Angelo Branduardi in “Alla Fiera dell’Est”, per una ipotesi che potrebbe aprirsi ce ne è un’altra che conseguentemente impone l’individuazione di una nuova casella. Il riferimento è a Massimo Gubbini che in base a questo ipotetico scenario potrebbe strizzare l’occhio al Giotti. E poi c’è la casella delle caselle da riempire: il rione Pugilli. Si sa che in casa Aquila Nera, dopo la fine della collaborazione con Michelangelo Fondi, si cerca un cavaliere. E si sa pure che si potrebbe guardare ad un nuovo portacolori “straniero” cioè non di Foligno visto anche il fatto che l’elenco dei papabili è risicatissimo. E quindi c’è da dare un’occhiata verso Ascoli Piceno, Servigliano o Moie. Ad Ascoli, tanto per fare un nome c’è chi come Nicholas Lionetti che in terra marchigiana difende i colori del Sestiere “La Piazzarola” potrebbe essere pronto. Ad Ascoli, poi, giostrano i cavalieri della Quintana di Foligno Luca Innocenzi del Cassero (ad Ascoli Porta Solestà), Mattia Zannori de La Mora (Porta Maggiore), Lorenzo Melosso del Badia (Porta Romana), Massimo Gubbini Spada (Porta Tufilla), Pierluigi Chicchini del Contrastanga (Sant’Emidio) e quindi la sana competizione tra le due Quintane, quella di Foligno e quella di Ascoli, pur se con due epoche di riferimento diverse, rende ancor più intrigante il mercato cavalieri. Ora, il ragionamento fin qui fatto è, vale ricordarlo, basato esclusivamente su indiscrezioni che portano a definire scenari che potrebbero essere percorribili. Ma come sempre accade in tema di Giostra della Quintana potrebbe anche tutto rimanere come è oggi senza alcun cambio di sella e le ipotesi, nate dalla miriade di indiscrezioni che si rincorrono in città, rimarrebbero tali. Nei prossimi giorni si potrà capire meglio anche perché se la prossima Quintana è giungo 2022 ci sono comunque da predisporre tutte le attività utili ad arrivare pronti alla Singolar Tenzone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA