Giostra della Quintana & cambi di sella: grandi manovre tra Foligno e Servigliano

Giostra della Quintana & cambi di sella: grandi manovre tra Foligno e Servigliano
di Giovanni Camirri
3 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Ottobre 2020, 15:40

FOLIGNO  Un cavaliere folignate va e un cavaliere folignate arriva. I cambi di sella, che da giorni stanno tenendo banco alla Giostra della Quintana di Foligno, toccano, in chiave folignate, anche manifestazioni cavalleresche fuori dai confini dell’Umbria. Accade a Servigliano dove si disputa il Torneo Cavalleresco Castel Clementino dove il Rione Porta Navarra aveva annunciato, il 3 ottobre scorso, che: “Nelle ultime ore Pierluigi Chicchini ha espresso al nostro Console la volontà di interrompere il rapporto con il Rione Navarra. Una decisione che ci lascia spiazzati e certamente dispiaciuti. Ringraziamo Pierluigi per la trasparenza e l'onestà dimostrataci in questi due anni. Ed ora spetterà al Comitato il difficile compito di nominare il nuovo portacolori del Giglio per l'edizione 2021 del Torneo Cavalleresco Castel Clementino”. Un cavaliere folignate va. E appena 8 giorni 8 un cavaliere folignate è approdato alla corte del Rione Porta Navarra. È stato lo stesso rione, ieri, con una nota ufficiale a svelare chi sarà il nuovo portacolori: “Il Comitato – è stato detto - è lieto di annunciare che il nuovo difensore dei colori del Giglio sarà Daniele Scarponi. Qualsiasi parola di presentazione sarebbe superflua, un cavaliere che ha vinto qualsiasi Giostra alla quale abbia partecipato (per tre volte a Servigliano). Attualmente Daniele corre la Quintana di Foligno per il Nobile rione Giotti . Incrociamo le dita ed aspettiamo con trepidazione questo 2021!” Ieri mattina la stretta di mano con il console Emiliano Ciccoli ha dato il via ad un accordo dlela durata di un anno con i cavalli che saranno messi a disposizione dal rione Giotti. Movimenti in chiave cittadina dentro e fuori le mura che toccano la Quintana ma che vedono la regina delle Giostre Guardare fuori per cercare cavalieri, ed esser guardata per individuare alidi cavalieri pronti a dimostrar bravura e mestiere ad Ascoli dove si giostra la Quintana o a Servigliano dove c’è il Torneo Cavalleresco Castel Clementino e in tutte le altre realtà sede di giostra e tornei cavallereschi. Il quadro folignate, quello relativo ai cavalieri dei 10 rioni della Giostra della Quintana è, in questa fase, definito per otto decimi. Mancano, infatti, all’appello gli ultimi due che sono il rione Contrastanga, che ha chiuso la collaborazione con Alessandro Candelori e il rione Pugilli che ha concluso quella con Pierluigi Chicchini. Ecco quindi il quadro della situazione rione per rione: Ammanniti, cavalier Il Gagliardo Tommaso Finestra; Badia, L’Ardito Lorenzo Melosso; Cassero, Il Pertinace Luca Innocenzi; Contrastanga, Il Furente, da definire (in pole Pierluigi Chicchini); Croce Bianca, Il Fedele, Lorenzo Paci; Giotti, L’Animoso, Daniele Scarponi; La Mora, Il Generoso, Mattia Zannori; Morlupo, Il Baldo, Alessandro Candelori; Pugilli, Il Moro, da definire; Spada, L’Audace, Massimo Gubbini. I prossimi giorni sveleranno quali saranno le decisioni definitive del rione Contrastanga, guidato dal priore Carlo Mattioli e quali quelle Messe in campo dal Pugilli del priore Riccardo Federici. E’ trascorso quasi un mese dalla Quintana al tempo del covid.19 del 13 settembre scorso e la Giostra, ed in particolare i suoi movimenti, continuano a tener banco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA