Foligno, alla solennità del patrono San Feliciano ci sarà il Cardinale Betori

Domenica 17 Gennaio 2021 di Giovanni Camirri
Foligno, alla solennità del patrono San Feliciano ci sarà il Cardinale Betori

FOLIGNO - Sarà il Cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, a presiedere la solenne celebrazione eucaristica alle 11 del 24 gennaio solennità di San Feliciano, patrono della Diocesi e della Città di Foligno. Il giorno della festa del Santo sarà preceduto da diversi momento di fede che avverranno nel rispetto delle norme anti Covid. Domani al Santuario della Madonna del Pianto si svolge l’annuale incontro delle società sportive che rendono omaggio al Patrono Feliciano promosso dall’Ufficio pastorale per il tempo libero, sport, turismo e pellegrinaggio della Diocesi di Foligno in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano comitato di Foligno. Per motivi di anti contagio sono invitati a partecipare due rappresentati per società e il programma prevede alle ore 20.30 la benedizione della Fiaccola presso la chiesa del Mormonzone, luogo della morte di San Feliciano. Alle ore 20.45 l’arrivo della Fiaccola al Santuario Madonna del Pianto. Alle ore 21 momento di preghiera guidato dal vicario generale delegato ad omnia, monsignor Giovanni Nizzi. A seguire riflessione sul tema “Le società sportive sono luoghi educativi, di incontro, d’amicizia, si offrano come autentiche esperienze di vita?” a cura di don Leonardo Romizi, assistenza regionale del Csi. Intanto fino a venerdì 22 gennaio si svolgerà il pellegrinaggio della statua di San Feliciano all’interno della Diocesi di Foligno. Per scaglionare l’omaggio dei fedeli al nostro Santo Patrono in questo tempo segnato dalla pandemia, si è proposta un’itineranza di una statua lignea in miniatura policroma e dorata del 1890 nelle varie zone e Unità pastorali della diocesi. “In ogni sosta – spiegano dalla Diocesi - si propone di convocare il popolo di Dio in vari orari e con varie iniziative, cercando di non far mancare l’omaggio dei cresimandi, degli sportivi, degli anziani e proponendo momenti di preghiera e di catechesi”. Quest’anno a causa della pandemia Covid non ci sarà la processione così come da disposizioni nazionali. Ma per la Diocesi e la città di Foligno è la prima volta, a memoria d’uomo, che ciò accade dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. La festa del Santo cade il 24 gennaio ed è seguita nella stessa giornata dalla processione che s’è svolta anche quando la statua argentea di Feliciano fu rubata, e le vie del centro vennero attraversate da un’altra delle statue storiche antiche, ed anche dopo il terremoto del 1997. A causa delle disposizione anti pandemia, in tutto il territorio nazionale le processioni non si possono svolgere soprattutto in chiave anti assembramenti. Proprio per questo è stato disposto il pellegrinaggio della statua del Santo nelle varie Unità Pastorali. Dopo l’omaggio di domani con gli sportivi l’appuntamento successivo è per sabato 23 con messa (16.30), Primi Vespri (18.30 presieduti dall’amministratore apostolico monsignor Gualtiero Sigismondi9 quindi nella chiesa di San Giuseppe Artigiano (ore 21) ci sarà la veglia dei giovani. Si arriva a domenica 24, giorno dlela solennità con le messe alle 7.30, 8.30, 9.30 e quindi la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal cardinale Betori. Ancora messa alle 16.30 e quindi (ore 18) Secondi Vespri e celebrazione eucaristica presieduta da monsignor Sigismondi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA