Conad Jazz Contest
il volto fresco di Uj

Martedì 4 Luglio 2017 di Michele Bellucci
The Sycamore
PERUGIA - Si chiama Conad Jazz Contest ed è ormai un must di Umbria Jazz, rappresentandone l’espressione più fresca ed innovativa. Il concorso rivolto a musicisti under 35 italiani e stranieri, promosso da Conad e Uj, ha visto chiudersi a mezzanotte di domenica la fase di votazione dei gruppi iscritti regalando a Perugia una grossa soddisfazione.
Sono infatti i locali The Sycamore (tre foto sopra) i prescelti dalla Giuria Popolare, avendo sbaragliato la concorrenza con 3.629 voti (oltre 1.000 voti in più dei secondi classificati) entrando così nella rosa dei 10 finalisti che si esibiranno al Festival. Il progetto musicale nato due anni fa con l’obiettivo di unire lirismo ed energia attraverso il jazz, propone brani originali in cui potenza melodica e flusso sonoro richiamano gli spazi aperti ed incontaminati. Del gruppo fanno parte Lorenzo Bisogno (sassofono), Alessio Capobianco (chitarra), Ruggero Fornari (chitarra), Pietro Paris (contrabbasso), Lorenzo Brilli (batteria) e Andrea Angeloni (trombone): «Siamo nati con l’idea di approcciarsi alla creazione musicale come collettivo - spiega quest’ultimo - ovvero siamo aperti alla musica che ognuno di noi vuole suonare. C’è un lavoro collegiale, non certo personale. Nel giro di due anni ne è venuto fuori un sound decisamente particolare, che rientra nell’ambito del jazz moderno ma solo perché questa è una definizione dai confini molto ampi. Diciamo che è uno stile molto contaminato da musica contemporanea, un po’ newyorchese». Scorrendo la classifica del Conad Jazz Contest si trovano band da Bruxelles, Losanna, Berlino, Amsterdam, Copenhagen, Cracovia e persino da New York. Un contesto internazionale che dà ragione agli organizzatori del concorso volto alla valorizzazione dei giovani talenti, che da sei anni vede Conad e Umbria 
Jazz a fianco nel dar vita a questo progetto. Proprio domenica si è chiusa l’ultima tappa de “Il Grande Viaggio Insieme Conad” che ha toccato Siracusa, Gubbio, Sassari e Lecce. Durante il tour le band salite sul palco sono state votate dal pubblico e da una Giuria Tecnica così da definire quelle che saranno protagoniste nel Conad Stage durante l’imminente Uj17. Tutti i giorni alle 16.00 sul palco dei Giardini Carducci salirà uno dei finalisti, mentre nel secondo weekend del festival i primi tre classificati potranno calcare lo stage di Piazza IV Novembre (alle 19.00 venerdì e domenica, alle 21.00 il sabato): «Ci interessava molto fare bene in questo contest - ammette Angeloni - dato che il Festival è un palcoscenico davvero importante. Come mai abbiamo preso più voti? Probabilmente perché il tipo di sound che proponiamo e anche il nostro organico non sono comuni e, sebbene in concorso ci fossero musicisti molto bravi, non abbiamo sentito nessuno che suonava come noi a livello di stile. Adesso però c’è l’ultimo round quindi… faremo del nostro meglio per arrivare in fondo!». Già questa visibilità rappresenta un premio allettante, ma il concorso, realizzato in collaborazione con Spotify e Audioglobe, prevede anche altri importanti benefit. I The Sycamore, in quanto band più votata in assoluto dalla Giuria Popolare, si sono aggiudicati un buono del valore di 500 Euro valido per la registrazione di un album; i finalisti potranno avere una playlist Spotify con la quale far ascoltare la propria musica; una delle band sarà inserita nella lineup di Umbria Jazz Winter #25; il prescelto dalla Giuria Artistica riceverà un premio in denaro del valore di 5.000 Euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma