INSTAGRAM

Storie Italiane, Paola Ferrari, il tumore e il lutto in famiglia: «Ho scoperto di avere un fratello che è morto»

Giovedì 14 Novembre 2019
Storie Italiane, Paola Ferrari, il tumore e il lutto in famiglia: «Ho scoperto di avere un fratello che è morto»

Paola Ferrari, ospite a Storie Italiane, la trasmissione televisiva di Ra1 condotta da Eleonora Daniele, ha raccontato il suo «doloroso segreto». La giornalista sportiva, da anni volto noto della televisione pubblica, aveva anticipato la sua presenza attraverso Instagram. Poco fa aveva infatti pubblicato uno scatto sui social con l’aggiunta di una didascalia misteriosa: «Alle 10.40 su Rai Uno in diretta da Eleonora Daniele a Storie Italiane. Se volete conoscere un mio doloroso segreto». Quattro anni fa, Paola Ferrari ha infatti scoperto di avere un fratello, che però è morto all'età di 35 anni. La giornalista ha anche parlato dell'operazione che ha dovuto affrontare qualche settimana fa per rimuovere un tumore benigno. 

Tumore, il racconto di Paola Ferrari: «Pensavo di avere un brufolino sul viso, prevenzione sempre»


Il racconto. «Sono venuta da te perché ci conosciamo da tempo – ha esordito la Ferrari parlando con la Daniele – sei una splendida giornalista e collega. Ne ho parlato molto in famiglia e sono stati loro che mi hanno detto E ora che tu cominci a parlarne. So di essere nel posto giusto, non mi piace fare la tv del dolore, e chi mi conosce lo sa, ma mi sembra giusto venirne a parlare. È una parte della mia vita che mi ha dato grande sconvolgimento e dolore, l’impossibilità ad andare oltre. Io sono una mamma e sono una figlia unica: ho avuto sempre voglia di avere un fratello. Poi improvvisamente, 4 anni fa, ho scoperto di avere un fratello, non dirò tutto ma solo perché voglio proteggere le persone emotivamente coinvolte. È un ragazzo splendido, quando vedo le foto mi si ferma il cuore perché ha la mia faccia e i miei occhi. Quando l’ho saputo ho fatto delle indagini per averne la certezza, ma purtroppo ho scoperto che era morto quando aveva circa 35 anni, avrebbe una decina di anni in meno di me».

«Come l’hai scoperto?», ha domandato la Daniele. «Tramite una persona a cui era stata fatta questa confessione che non ce l’ha fatta a tenerla dentro e me l’ha detto. Era figlio di mio padre, e un ragazzo che ha avuto anche qualche difficoltà economica, e mi è dispiaciuto molto non averlo potuto aiutare. Quando l’ho saputo è stata un’emozione fortissima. Tra l’altro lui era figlio unico come me: il mio grande dolore è che lui non ha saputo di me, io di lui». La Ferrari ha anche detto di sentire il desiderio di andarlo a trrovare al cimitero, ma che è frenata dalla possibilità che la riconoscano: “Ho sofferto molto, l’ineluttabile è orribile”.
 


La voglia di maternità. La giornalista sportiva poche settimane fa aveva confessato ai microfoni del settimanale di gossip “Nuovo”, di avere un forte desiderio di maternità e di voler avere altri due figli dopo Virginia e Alessandro, rispettivamente di 21 e 20 anni: «Ho pensato di ricorrere all’aiuto di una madre surrogata – disse in quell’occasione – ma quando ho parlato del progetto in famiglia c’è stata una grande discussione. E così io ho fatto un passo indietro».

Giada De Blanck perseguitata da uno stalker: «Mi disse: "Ti farò mia". Sotto casa trovai una lapide»

Il tumore. La Ferrari ha svelato di aver pensato anche all’affido, una soluzione alternativa: «L’affido è la più grande scelta d’amore che si possa fare perché un genitore affidatario sa fin dall’inizio che i ragazzi non rimarranno con lui». La giornalista qualche settimana fa è stata sottoposta ad un intervento chirurgico per rimuovere un cancro benigno: sembrava un semplice brufolo sul naso e invece era un tumore. Fortunatamente il tutto si è risolto in maniera positiva, ma solo grazie a un tempestivo intervento chirurgico.

Ultimo aggiornamento: 13:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma