Internazionali, Tsitsipas batte Zverev e vola in finale contro Djokovic

Internazionali, Tsitsipas batte Zverev e vola in finale contro Djokovic
di Giacomo Rossetti
3 Minuti di Lettura
Sabato 14 Maggio 2022, 17:20 - Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 00:13

“Ancora tu, ma non dovevamo vederci più?”. E' quello che hanno pensato sia Alexander Zverev che Stefanos Tsitsipas, gli acerrimi rivali che oggi si sono affrontati nella semifinale degli Internazionali di Roma. Una partita entusiasmante, tra due campioni (giunti al terzo confronto stagionale dopo Montecarlo e Madrid) che da qualche anno hanno dato vita a un dualismo destinato a durare. Oggi la vittoria ha arriso a Tsitsipas (6-4, 4-6, 6-3) ma di confronti tra questi due dei del tennis ne vedremo ancora parecchi. Zverev sfiderà Djokovic in finale.

Amici mai

Non si sono mai sopportati granché, Sascha e Stefanos. Un'antipatia esplosa lo scorso agosto, al Western & Southern Open di Cincinnati: in semifinale Zverev (poi vincitore del torneo in finale contro Andrej Rublev) diede in escandescenze per i ripetuti toilet break del greco. A detta di molti, Tsitsipas avrebbe approfittato di queste interruzioni per recuperare le energie.  "Io non sono mai andato in bagno quando non ne avevo il bisogno - disse Alexander all'epoca - Ho sempre provato a giocare il più correttamente possibile e secondo le regole. Alcuni, invece, usano queste cose per ottenere vantaggi". La rabbia del tedesco poi non aveva come bersaglio solo le pause dell'ellenico, ma anche l'abitudine fastidiosa di papà Apostolos di parlare al figlio durante le partite. Nell'ultimo mese i due avversari si sono affrontati prima al Masters di Montecarlo, quando Tsitsipas ha trionfato in semifinale e poi si è andato a prendere il titolo, e poi a Madrid, dove Zverev si è vendicato sempre in semifinale, perdendo poi nell'ultimo atto contro il baby fenomeno Carlos Alcaraz. 

 

Terzo set decisivo

Zverev dà spettacolo nel settimo game, dove fa sfoggio nel suo strepitoso rovescio bimane e alla prima palla break sorpassa il greco: 4-3, il primo set finirà 6-4 per Sascha, applauditissimo dal pubblico romano, che sotto il solleone dispensa supporto anche a Tsitsipas. Proprio l'ateniese (che come stile di gioco è sempre una garanzia) aggiusta il tiro nella seconda frazione: porta a casa due game di fila, portandosi sul 4-1 mentre Zverev inizia a sbagliare tanto: a volte i lungolinea sono sballati, a volte le smorzate troppo rischiose. Ma è un match tirato, tanto che il game termina 6-4. La partita si decide al terzo set: i due atleti arrivano stanchi, la mobilità e la varietà dei colpi si riduce nettamente.

Vince chi ha più benzina rimasta nel serbatoio, ossia Tsitsipas, troppo esausto anche per esultare. Alla fine, tra i due, un breve abbraccio riappacificatore. Adesso per Stefanos l'unico ostacolo tra lui e la vittoria nel torneo romano sarà Novak Djokovic, che in serata ha battuto Ruud in due set (6-4, 6-3).

© RIPRODUZIONE RISERVATA