Una Roma infinita piazza il colpo: 2-1 alla Juve con vista sulla finale

(foto MANCINI)
di Giuseppe Mustica
2 Minuti di Lettura
Sabato 13 Marzo 2021, 14:51 - Ultimo aggiornamento: 15:33

Una Roma infinita piazza il colpo. Cercato e meritato. La squadra di Betty Bavagnoli batte la Juventus 2-1 nella semifinale di andata di Coppa Italia grazie alla rete di Thomas a 3' dal termine. E adesso le giallorosse partono sicuramente con i favori del pronostico in vista del ritorno, alla fine di aprile, a Torino. Partita tesa, ruvida, come era anche prevedibile vista l'alta posta in palio. E la Roma l'ha spuntata quando il pareggio sembrava ormai scritto. Una prova maiuscola. Di cuore e coraggio, come ieri aveva chiesto il tecnico. Ripagata in tutto e per tutto dalle sue ragazze, che infliggono alle bianconere la prima sconfitta in questa manifestazione. Per la Roma invece è la prima vittoria contro la Juventus dopo 5 ko consecutivi. Invertito il trend, giustamente. 

SERTURINI SUPERSTAR

Migliore in campo Annamaria Serturini: non solo per la rete al minuto 2 che ha aperto la gara. Ma perché è stata la più pericolosa davanti alla porta di Giuliani. E, dal suo piede, è partita anche la conclusione, respinta dall'estremo difensore della Juventus, che ha permesso a Thomas di battere a porta vuota per fissare il risultato. A inizio ripresa la squadra di Guarino era riuscita a impattare grazie a Hurtig, che servita da Bonansea (entrata a inizio secondo tempo e poi uscita per infortunio), s'è fatta trovare pronta all'appuntamento. La Roma però non si è chiusa. Anzi, Sembrant ha salvato sulla linea proprio il pallonetto di Serturini. Il pareggio sarebbe stato un risultato stretto per le giallorosse, che hanno avuto il merito di crederci fino alla fine. E sono state premiate con merito.

ATTEGGIAMENTO

Quello che ha colpito è stato l'atteggiamento da grande squadra. Il percorso di crescita iniziato due stagioni fa inizia a dare i frutti. La Roma, davanti al gruppo che si avvia a vincere il campionato (finora la Juventus le ha vinte tutte), non si è mai impaurita. Anzi, ha messo pressione ad una squadra che queste partite è abituata a giocarle e a vincere. Ma non sempre evidentemente. In campo le giallorosse ci hanno messo orgoglio e idee, conquistando una vittoria storica. Forse Fonseca potrebbe chiedere qualche consiglio a Bavagnoli su come vanno affrontate le grandi sfide. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA