Super Candreva, la Samp batte lo Spezia e si rimette in carreggiata

Super Candreva, la Samp batte lo Spezia e si rimette in carreggiata
di Marco Callai
3 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Ottobre 2021, 22:49

Vittoria scacciacrisi per la Sampdoria. Il primo derby ligure stagionale si chiude sotto il segno dell’eterno Antonio Candreva. Prima l’autorete propiziata da un suo tiro-cross e poi il perfetto sigillo di un’offensiva costruita sull’asse Caputo-Gabbiadini: tre punti fondamentale importanza per D’Aversa che abbandona così la scomoda compagnia del Genoa al penultimo posto e scavalca proprio lo Spezia, questa sera molto determinato ma poco incisivo negli ultimi 20 metri. Di Verde il gol della bandiera al 94’. Proprio aquilotti e grifone si affronteranno martedì prossimo alle 18:30 in una bollente sfida che potrebbe decidere la sorte di Thiago Motta e Ballardini. Al Ferraris, invece, la Sampdoria attenderà l’Atalanta 24 ore dopo.

LA PARTITA

Quagliarella e Nzola, sostituiti rispettivamente da Caputo e Antiste, sono i due grandi assenti dal rettangolo di gioco a inizio match. Il primo quarto d’ora vede la Samp ricercare, con insistenza, la profondità. Caputo gioca sul filo del fuorigioco e mette la difesa avversaria in costante apprensione. La prima occasione è di marca spezzina. Gyasi non trova la forza necessaria per superare Audero al 13’ ma, per sua sfortuna, è invece molto preciso nell’infilare… Provedel di testa su una insidiosa punizione di Candreva.  L’episodio non taglia le gambe agli uomini di Thiago Motta, subito pericolosi con un diagonale di Strelec deviato attentamente da Audero.

Tegola per D’Aversa. Verre si fa male e al suo posto tocca a Dragusin. Samp per qualche minuto configurata secondo il modulo 3-5-2 con Candreva centrale prima di tornare al 4-4-2. Una scelta premiata perché i blucerchiati tornano a sfruttare le fasce in maniera esplosiva. Al 33’ Augello offre a Caputo un pallone d’oro all’altezza del dischetto ma l’attaccante scarica malamente sui cartelloni pubblicitari. Tutt’altra destinazione, invece, per il destro di Candreva, bravo centralmente a superare Provedel su apertura di Gabbiadini. E’ la quinta marcatura stagionale.

Lo Spezia è da subito aggressivo in avvio di ripresa. Pochi, però, sono gli spazi concessi da Colley e compagni. Thiago Motta prova allora a cambiare smalto al reparto offensivo: dentro Verde e Nzola per Antiste e Gyasi. La prima vera chance per accorciare arriva solo al 65’ con Maggiore che costringe Audero a rifugiarsi in angolo con la mano di richiamo. Ancora Verde è pericoloso al 70’ ma è la Samp, poco dopo a sfiorare il terzo gol con la traversa colpita da Bereszynski. Lo Spezia non smette di credere nella possibilità di riaprire la partita e i suoi sforzi vengono premiati al 95’. Dopo il gol di Verde, però, Fabbri fischia la fine dell’incontro. Anche questa volta la porta della Sampdoria non rimane inviolata ma comunque, in virtù di questo successo, D’Aversa può tirare un sospiro di sollievo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA