Conte: «Sarri si lamenta di aver giocato alle 15? Stia sereno, ora sta con i forti...»

Sabato 14 Settembre 2019
Antonio Conte
«Ci sarà da lottare in ogni partita, dovremo essere bravi. È stato un incontro molto difficile, contro una squadra forte che dispone di giocatori forti anche fisicamente. Potevamo essere più cinici, ma i tre punti sono comunque meritati. Loro sono stati bravi a rimanere in partita fino alla fine, sono stati bravi nelle ripartenze con Fofana, un giocatore che conosco bene». È il commento di Antonio Conte a Dazn, dopo la vittoria dell'Inter sull'Udinese, che ha regalato ai nerazzurri il primato solitario in classifica.
«Leggo troppe fesserie, dobbiamo fare il nostro percorso, non dobbiamo pensare a niente, perché nessuno ci regala niente: pensiamo adesso alla partita di martedì, poi ci sarà il derby - aggiunge l'allenatore dei nerazzurri -. Nelle prossime partite avremo grandi risposte, ma sono contento per le risposte ricevute stasera. Dobbiamo ancora lavorare, la strada è lunga, non dobbiamo farci prendere da facili entusiasmi. Stiamo costruendo e quest'anno vogliamo essere una squadra rognosa».
«Non voglio dire niente perché altrimenti dovremmo tirare in mezzo i bilanci e gli stati patrimoniali. Dico che qualcuno deve stare tranquillo e sereno perché sta dalla parte forte».Conte ha risposto così, in conferenza stampa, ad una
domanda sulle parole di Maurizio Sarri. Il tecnico della Juventus aveva detto dopo la sfida pareggiata al Franchi che
«giocare alle 15 o alle 20.45 cambia. In campo c'erano 35 grandi». Ultimo aggiornamento: 15 Settembre, 00:41


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma