Dal carcere ai guadagni milionari: la nuova vita di Ronaldinho

Dal carcere ai guadagni milionari: la nuova vita di Ronaldinho
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Gennaio 2021, 14:19 - Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio, 15:53

Non è stato un anno come gli altri per Ronaldinho. L'ex asso brasiliano passato in Italia dal Milan, ha trascorso 171 giorni tra carcere e arresti domiciliari. Tanto che le immagini delle sue partitelle con gli altri detenuti avevano fatto il giro del web.

Fermato in Paraguay insieme al fratello con l'accusa di aver falsificato alcuni passaporti, ha poi dovuto pagare una cauzione di circa 160 mila euro per chiudere immediatamente il processo e tornare alla sua vita. E alla sua immagine, che non è stata affatto scalfita dalla detenzione. L'edizione brasiliana di El Pais ha fatto i conti in tasca a Ronaldinho nel periodo immediatamente successivo alla scarcerazione. Da agosto avrebbe guadagnato 5 milioni di reales brasiliani, circa 790 mila euro. 

Ronaldinho arrestato in Paraguay: è accusato anche di riciclaggio di denaro

Dalla musica al film: le mille attività di Ronaldinho

A settembre è stato a Belo Horizonte, dove è stato assunto da una società del Minas Gerais per promuovere i lavori allo stadio dell'Atletico Mineiro, il club con cui ha vinto la Copa Libertadores nel 2013. Di Belo Horizonte, dove ora è anche cittadino onorario, ha anche aperto uno studio musicale. E il video realizzato con il gruppo Recayd Mob e con il trapper Djonga nel progetto Tropa do Bruxo, nel quale appare lui circondato da donne, ha superato il milione di visualizzazioni su YouTube in neanche una settimana. 

Dinho ha anche lanciato il suo marchio di gin biologico, che porta il nome R-One, e il suo vino "Vino de Campeones". A dicembre ha partecipato a una campagna pubblicitaria per l'app di viaggi Buser ed è stato testimonial di Betcris, società di bookmaker. Ma c'è spazio ovviamente anche per il calcio: oltre alla partnership con i due videogiochi Pes e Fifa, ha creato la sua squadra, la R10, il cui kit è stato acquistato da EA Sports. E non finisce qui: nelle prossime settimane parteciperà alla premiere del film sulla sua vita calcistica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA