AS ROMA

Roma, Smalling dopo la rapina: «Scossi, ma illesi»

Sabato 17 Aprile 2021 di Gianluca Lengua
Roma, Smalling dopo la rapina: «Scossi, ma illesi»

«Volevo ringraziare tutti per i messaggi di vicinanza e di supporto». Dopo la rapina a mano armata subita la notte tra giovedì e venerdì, la famiglia Smalling tira un sospiro di sollievo e attraverso Instagram rassicura amici e tifosi: «La mia famiglia, sebbene molto scossa, è illesa. Spero che queste persone possano trovare un modo più significativo per vivere le loro vite, senza causare danni o angoscia agli altri». La rapina si è svolta nella sua villa sull’Appia Antica: mentre i due coniugi dormivano, tre uomini incappucciati e armati sono entrati in casa e hanno costretto il difensore ad aprire la cassaforte dove hanno trovato tre Rolex e alcuni gioielli. Tutto si è svolto in pochi minuti e nessuno è rimasto ferito, in casa anche il figlio di due anni della coppia Leo Asher.

Anche la moglie Sam ha voluto ringraziare sui social tutte le persone che hanno dimostrato vicinanza: «Grazie a tutti per il supporto. Anche se ancora un po’ scossa, la mia famiglia sta bene. Vorrei solo suggerire che coloro che vivono le loro vite come quella di questi ladri, entrando nella nostra camera da letto puntandoci pistole alla testa, ripensino alle loro scelte e vivano in modo più dignitoso, rispettabile e consapevole, come uomini veri e non topi (irrispettoso per i ratti, lo so). Immagino che le loro vite non sono state semplici ma c’è sempre un’altra strada. Una via che porterà alle benedizioni e non al karma che ti morde il didietro, cosa che non ho dubbi che succederà! E per la cronaca, per chiunque pensi di avvicinarsi alla mia famiglia ancora, non abbiamo più gioielli od orologi rimasti e non abbiamo intenzione di comprarne altri! Se ci vedrete indossare qualcosa, probabilmente è falso. Quindi non perdete tempo».

Ultimo aggiornamento: 11:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA