Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, Dybala e Pellegrini infortunati ma partono per le rispettive nazionali

Entrambi hanno accusato un fastidio al flessore sinistro nella giornata di ieri, la loro situazione rischia di aggravarsi ulteriormente

Roma, Dybala e Pellegrini infortunati ma partono per le rispettive nazionali
di Gianluca Lengua
2 Minuti di Lettura
Lunedì 19 Settembre 2022, 11:00

L’aspetto positivo dell’infortunio di Paulo Dybala (fastidio al flessore sinistro) è che non giocando la partita contro l’Atalanta non ha aggravrato le sue condizioni. La Joya ha provato a forzare leggermente durante il riscaldamento pre-partita di ieri (accusava già problemi dopo la gara contro l’Helsinki), ma appena ha sentito dolore si è fermato ed è tornato negli spogliatoi. Scelta che gli permetterà di partire per la nazionale argentina e provare a giocare le amichevoli di preparazione al Mondiale contro l’Honduras a Miami e la Giamaica a New York. O comunque, anche se resterà a guardare, farà parte del gruppo. Andare in Qatar è il reale obiettivo dell’ex Juve che vuole rilanciarsi a livello internazionale dopo l’ultimo anno in bianconero. Mourinho dopo averlo spedito in tribuna per l'infortunio, era sicuro che sia Paulo sia Pellegrini non avrebbero raggiunto le rispettive nazionali: «Preferirei che Lorenzo e Paulo andassero, non ci sarebbero stati per lavorare con noi, ma sarebbero stati disponibili alla ripresa». In realtà, entrambi sono partiti: Paulo potrebbe addirittura non tornare, mentre Lorenzo, dopo essere valutato dai medici dell’Italia, probabilmente rientrerà a Trigoria. Il capitano ha accusato un fastidio al flessore sinistro durante la gara con l'Atalanta, ma ha voluto continuare nonostante il dolore. La situazione rischia di essersi aggravata ulteriormente e 15 giorni di stop potrebbero non essere necessari per il recupero. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA