Psg, Tuchel: «Con il Napoli due sfide decisive»

Psg, Tuchel: «Con il Napoli due sfide decisive»
2 Minuti di Lettura
Martedì 23 Ottobre 2018, 18:22 - Ultimo aggiornamento: 20:22

Un doppio 5-0 in Ligue 1 contro Lione e Amiens, e il 6-1 alla Stella Rossa in Champions League. Il Paris Saint Germain che domani aspetta il Napoli al Parco dei Principi è una macchina da gol che metterà a dura prova la difesa di Ancelotti. Ai nomi Neymar, Mbappe e Cavani, il Psg sta facendo seguire i fatti, e domani punta al sorpasso del Napoli, sorprendentemente primo nel girone dopo due giornate. Tuchel, però, non si fida di Ancelotti: «Come giocatore - dice - era speciale, ma anche come allenatore del Milan, una squadra fantastica, un gioco fluido e molto offensivo. Ho preso ispirazione in generale dalle sue squadre», ammette il tecnico tedesco che ha raccolto la sfida che non è ruscita neanche a Carletto, portare il Psg sul tetto d'Europa. «Non siamo favoriti per la Champions - sottolinea l'ex Dortmund - e siamo in un girone molto difficile. Il Napoli è una squadra top ci vorrà anche fortuna per batterla». Tuchel però vuole i tre punti: «Questa partita e il ritorno a Napoli - dice - saranno decisive. Gli azzurri contro il Liverpool hanno fatto una gara intelligente, con individualità insieme a una prova di squadra. Hanno molta qualità con Allan e Hamsik in mezzo e anche Insigne. Giocatori che possono fare la differenza, in qualsiasi momento, dovremo essere pazienti ma essere intensi e fare una grande gara perché il Napoli gioca insieme da anni, prima con Sarri, ora con Carlo: la squadra ha tanti automatismi. Sarà una grande sfida».

Una sfida in cui molti riflettori saranno su Ancelotti, a Parigi per due stagioni, ma anche su Cavani, ex azzurro e oggi il meno in palla del trio d'attacco: «Dopo Lione - spiega Tuchel - forse era un po' triste per la sostituzione. Poi non ha segnato nell'ultima gara ed è sempre così quando non si segna, ma è importante per noi. Forse ci sta pensando un po' troppo, ma si sbloccherà. Domani è una gara speciale per lui, spero che segnerà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA