Mourinho: «Cristante non è Bonucci». Bufera social tra i tifosi di Roma e Juve

Mourinho: «Cristante non è Bonucci». Bufera social tra i tifosi di Roma e Juve
di Gianluca Lengua
2 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 13:33 - Ultimo aggiornamento: 21:32

È caos sui social per la dichiarazione di José Mourinho rilasciata ieri nel post gara di Roma-Spezia. Il tecnico ha affrontato il discorso dei cartellini gialli rifilati alla Roma (è la terza squadra più ammonita del campionato) e ha rivelato un dietro le quinte avvenuto con Cristante: «L’arbitro ha fatto molto bene, mi sembra però che esista un certo tipo di criterio con chi è diffidato e capitano. Sono andato da Cristante e gli ho detto di andare piano con l’arbitro, anche nella comunicazione. Perché lui non è Bonucci o altri giocatori che hanno uno status a cui gli arbitri permettono un approccio diverso».

Roma-Spezia 2-0, cronaca e tabellino

Parole durissime pronunciate in conferenza stampa che hanno acceso il dibattito sui social, una guerra a colpi di tweet tra i tifosi della Roma e quelli della Juventus: «Lo amo», «Finalmente qualcuno che dice la verità», «Ha ragione», «Quest’uomo è un genio», «Adesso lo riconosco», si legge sui profili dei tifosi giallorossi. Imbestialiti, invece, quelli bianconeri: «Tenta di sviare l'attenzione per una stagione penosa, l'ennesima della sua carriera», «È ossessionato da noi, come tutti gli interisti», «Forse non si ricorda le ammonizioni non date quando allenava Materazzi e Samuel», «Parla del rigore di Sneijder su Dani Alves a Barcellona nel 2010 in semifinale». Insomma, Mourinho a riacceso una polemica destinata a non esaurirsi mai. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA