United, Solskjaer: «La Champions regala sorprese e il Barça lo sa bene»

Solskjaer
2 Minuti di Lettura
Martedì 9 Aprile 2019, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 19:38

«La Champions League a volte emette verdetti strani, penso che il Barcellona lo sappia più di tutti. Nulla sarà deciso fin quando non giocheremo 90 minuti al Camp Nou. Intanto domani dovremo giocare al meglio così avere un risultato da portare a Barcellona». Così il tecnico del Manchester United, Ole Gunnar Solskjaer, nella conferenza stampa alla vigilia dell'andata dei quarti di Champions contro il Barcellona. «Quando abbiamo visto che ci era toccato il Barcellona - ha aggiunto Solskjaer - abbiamo sorriso perché sapevamo che ci era capitata un'altra dura sfida», dopo quella contro il Psg negli ottavi. Barcellona significa Leo Messi e il tecnico norvegese non nasconde la difficoltà: l'argentino «è un giocatore fantastico e passerà alla storia come uno dei migliori giocatori di sempre, sarà difficile da fermare ma non sarà mai impossibile - aggiunge il tecnico - Sappiamo che dovremo comunque giocare 11 contro 11, anche se non abbiamo un piano per fermare uno dei migliori giocatori del mondo». Per domani i Red Devils non potranno però contare su Alexis Sánchez («È con la squadra, ha svolto molti allenamenti, non è più infortunato, probabilmente giocherà contro il West Ham sabato, ma non sarà con noi domani»), mentre Solsjaer punta su Pogba: «Quando è al meglio Paul è in grado di affrontare una partita come questa: il suo lavoro è quello di creare, andare avanti e naturalmente mi aspetto una partita delle sue domani. Contro il Barcellona dovremo giocare ai massimi livelli, come abbiamo fatto i casa del Psg, quel risultato ha dato fiducia all'ambiente e ai tifosi». Recuperato Rashford, anche se probabilmente partirà in panchina, «spero che Mati possa essere pronto. Herrera probabilmente sarà fuori, mentre Valencia e Bailly sicuramente saranno indisponibili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA