​Manchester United-Siviglia 1-2: doppio Ben Yedder porta ai quarti Montella: «Una notte speciale». Mou eliminato

Martedì 13 Marzo 2018
1
Ben pochi ci credevano, invece Vincenzo Montella e il suo Siviglia hanno messo a segno la vera impresa degli ottavi di finale di Champions, vincendo 2-1 all'Old Trafford ed eliminando così il Manchester United di Josè Mourinho. Un risultato, l'accesso ai quarti, straordinario per la squadra spagnola - che da addirittura 60 anni non arrivava così in alto nella massima competizione europea - e incredibile anche per l'allenatore italiano che dopo la grande delusione, conclusa con l'esonero, sulla panchina del Milan, si trova a guidare una delle migliori otto squadre d'Europa. Lo 0-0 dell'andata in Spagna concedeva, sulla carta, poche chance al Siviglia contro una corazzata guidata da uno stratega che vedeva nella Champions il principale motivo di riscatto stagionale.

Lo United, invece, non è stato in grado di mettere le necessaria pressione sulla difesa spagnola nonostante la grande spinta del pubblico e al 45' era ancora 0-0. Nella ripresa, Mourinho ha provato la carta Pogba, ma poco è cambiato, mentre Montella ha centrato il cambio: Ben Yedder per Muriel. Il francese, nel giro di quattro minuti tra il 29' e 33', segna due volte - la seconda grazie ad un clamoroso errore di De Gea - e fa mettere la freccia al Siviglia. Il Manchester avrebbe dovuto segnare tre gol per evitare la figuraccia, invece ci è riuscito solo una volta e troppo tardi, con Lukaku al 39'. La faccia di Mourinho, al fischio finale, era la somma di quella delle decine di migliaia di tifosi sconcertati sugli spalti. Montella e i suoi si sono trattenuti un pò in campo, per poi sfogare tutta la loro gioia nello spogliatoio per un risultato storico.

«Vincere in questo stadio, fare un risultato prestigioso in questo stadio mi rende felice, molto felice. È una serata speciale». Le parole di Vincenzo Montella dopo il successo all'Old Trafford, segnato dalle reti di Ben Yedder, cui il tecnico italiano fa i complimenti: «Il merito è suo. Sono felice anche per lui, anche perchè ultimamente ha un pò sofferto per le mie scelte». «Il sorteggio? Non lo so, visto che ci sono due italiane ancora in corsa - dice ancora ai microfoni di Premium Sport -. Scherzando, mesi fa avevo detto a Eusebio Di Francesco che mi sarebbe piaciuto arrivare in finale con lui, certo che uno sarebbe stato comunque contento per l'altro». Ultimo aggiornamento: 14 Marzo, 13:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA