Ligabue: «L’Inter è una grande lezione di vita»

Ligabue: «L Inter è una grande lezione di vita»
di Luca Uccello
2 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Febbraio 2021, 15:19

Luciano Ligabue è un tifoso dell’Inter. Uno dei tanti che ama questi colori, che ama la sua storia, il suo modo di vincere, ma anche di perdere. La passione per l’Inter l’ha ereditata da un amico più grande di lui quando avevo cinque anni. “È una passione e mi emoziono quando vedo un colore blu e uno nero, e quel mio amico comunque lo ringrazio”. Lo ringrazia anche se si soffre e tanto.

A Sky Tg24 il cantautore di Una vita da mediamo, dedicata a Gabriele Oriali, ha parlato della sua fede nerazzurra che equivale a uno stile di vita. "C’è una storia lunga di ‘interismi’, raccontati un po’ in tutte le salse, che, piaccia o no, corrispondono un po’ alla realtà”.

E una di queste realtà è la finale di Europa League persa lo scorso agosto. “Basta guardare alla stagione scorsa, la partita più importante era una finale di Europa League: l’Inter ci arriva molto bene ed è favorita. Dopo un paio di minuti il giocatore più rappresentativo della squadra si guadagna un calcio di rigore e lo realizza, eguagliando il numero di gol di Ronaldo, quello dell’Inter, nella sua stagione migliore”.

Partita in discesa, vittoria in tasca? Manco a dirlo, stiamo parlando dell'Inter. “Il mito è già lì. A 15 minuti dalla fine un difensore del Siviglia ciabatta una rovesciata un po’ maldestramente, che è destinata a finire fuori porta e lo stesso giocatore più rappresentativo, svirgola il pallone e lo manda alle spalle di Handanovic. Lì c’è l’Inter. Queste cose ti fanno costantemente rimanere attratto dalla squadra, non so se sono anche lezioni di vita”. Ora l’Inter è prima e domenica c’è un derby da non perdere…

© RIPRODUZIONE RISERVATA