Lazio-Parma, parla Simone Inzaghi: "Da ora in poi tutte sfide delicate, faremo il massimo"

Lazio-Parma, parla Simone Inzaghi: "Da ora in poi tutte sfide delicate, faremo il massimo"
di Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura

La Lazio prova a riprendere col Parma. Una ripartenza soft dopo il tonfo di Firenze. Una partita da vincere ad ogni costo, non tanto per la Champions, che allo stato attuale appare più un miraggio che una speranza, quanto per il derby, una gara dove è vietato fallire.

Inzaghi non ci pensa, ragiona solo sulla gara di domani e sull'obiettivo di fare dodici punti. In realtà ci sarebbe anche e soprattutto il suo futuro, ma, parlando solo ed esclusivamente al canale ufficiale, le domande sull'argomento non si possono fare, quindi tutto è "caramellato" e ben confezionato solo sul match di domani sera con i gialloblù. Di sicuro qualcosa in pentola bolle, altrimenti tutto sarebbe stato deciso e concluso da tempo.

La partita: "Per noi è una partita importante, veniamo dalla battuta d'arresto di Firenze, abbiamo bisogno di tornare alla vittoria. Il Parma per quanto espresso avrebbe meritato un'altra classifica. Per noi sono tutte sfide delicate, da sfruttare al meglio, ci sono ancora 12 punti a disposizione, dovremo fare il massimo".

Situazione giocatori: "Sicuramente non ci saranno Leiva e Pereira per squalifica, Milinkovic è stato operato l'altroieri, è stata una brutta frattura. Non ci sarà domani, speriamo di recuperarlo per sabato, dobbiamo vedere come reagirà il ragazzo dopo l'intervento".

​Lazio, il futuro è adesso: i 4 nodi da sciogliere per il prossimo anno

Avversario: "Mi dispiace per la retrocessione del Parma, D'Aversa e Liverani sono due amici che ho nel calcio. Sono convinto che il Parma possa tornare in A al più presto, alle spalle c'è una società solida. Una squadra che ha tanti giocatori e quindi diverse scelte, io però mi sto concentrando sui miei ragazzi, anche noi abbiamo qualche problema di squalifica e infortuni. Dovremo fare una gara importante".

Martedì 11 Maggio 2021, 16:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA