Lazio, Sarri programma il futuro: ecco le condizioni del tecnico per rinnovare

Lazio, Sarri programma il futuro: ecco le condizioni del tecnico per rinnovare
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Maggio 2022, 11:12 - Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 09:24

Non c’è tempo per riposarsi. Dopo un finale di stagione in cui è stato raggiunto l’obiettivo prefissato dalla società, in casa Lazio è già tempo di programmare il futuro. D’altronde a sottolineare l’importanza di questo momento è stato Sarri stesso nel post gara di sabato: «È stato un percorso difficile pieno di difficoltà, ma il lavoro dei ragazzi ci ha portato a questi segnali di buona crescita. Ora abbiamo tanti giocatori in scadenza e altri che possono essere persi sul mercato. Il rischio di fare un altro anno zero c’è». Un rischio che effettivamente renderebbe sempre più utopistico un rinnovo del Comandante. Per questo motivo quest’ultimo attenderà i fatti dalla Lazio nel breve periodo per legarsi definitivamente nel ritiro di Auronzo di Cadore. Marcos Antônio è il segnale che al momento la società sembra abbia recepito il messaggio, ma servirà qualcosa di più.

Lazio, le preferenze di Sarri per porta e difesa: riflettori su Carnesecchi, Romagnoli e Casale

Le richieste di Sarri iniziano dalla porta, dove andrà via solo Strakosha visto che Reina sembra intenzionato a restare un ulteriore anno dopo il rinnovo scattato automaticamente con l’Europa League. Archiviato il sogno Kepa per lo stipendio fuori portata, i fari sono da tempo puntati su Marco Carnesecchi dell’Atalanta, reduce dalla promozione in A con la Cremonese. Sarebbe un investimento di almeno 10 milioni di euro, ma in prospettiva futura visto che si parla di un classe 2000. Piace anche Guglielmo Vicario del Cagliari in prestito all’Empoli e negli ultimi giorni Mendes e Ramadani hanno proposto Maximiano, appena retrocesso col Granada in Segunda Division spagnola. C’è poi la difesa da rifondare. Luiz Felipe ha già salutato, Acerbi è in procinto di farlo. Addio coppia titolare che Sarri rimpiazzerebbe volentieri con il parametro zero Romagnoli e Casale dell’Hellas Verona. Destinato ad accettare la proposta di rinnovo Patric, mentre sull’out mancino il sogno resta Emerson Palmieri con Parisi defilato.

Lazio, da Allan a Mertens: i nomi per il centrocampo e l’attacco

Sulla linea mediana i punti interrogativi sono tanti. A partire da Milinkovic, tutti sono in bilico, compreso Luis Alberto. Esagerato pensare alla cessione di entrambi, ma quella del serbo sarebbe tanto dolorosa quanto vitale per assicurare al Comandante la rivoluzione richiesta. Con l’addio di Leiva c’è Marcos Antônio in arrivo, anche se più mezzala. Nel mirino di Sarri resta Allan dell’Everton, più facile di Loftus-Cheek del Chelsea. Piace sempre Ilic del Verona mentre comincia ad uscire di scena il parametro zero Vecino. Giunti in attacco, il focus principale sarà sul vice Immobile. Le vie saranno due: o un investimento su un profilo giovane come Pinamonti o Esposito dell’Inter, oppure l’usato sicuro. A tal proposito Caputo sembra il profilo ideale anche se la Sampdoria sta alzando le pretese. C’è poi il sogno Mertens in attesa della proposta di rinnovo del Napoli. Non convince Lasagna. La lista del Comandante è lunga, ed è ancora maggio. Poi si parlerà di rinnovo fino al 2025.

© RIPRODUZIONE RISERVATA