L'agente di Schick all'attacco: «Lipsia pronto al riscatto, Roma abbassi le pretese»

Sabato 28 Marzo 2020 di Gianluca Lengua
2

Patrik Schick non vuole lasciare il Lipsia. E nonostante l’emergenza coronavirus che ha messo in stand-by l’Europa, il suo procuratore passa all’attacco ipotizzando la strategia della Roma: «E’ un gioco, una tattica. Non è assolutamente vero che il Lipsia non ha i soldi. I club tedeschi economicamente sono i più sani in Europa. Dalle altre parti sta andando tutto a pezzi, ad eccezione della Premier League. Quello dei soldi non è affatto un argomento. In Italia hanno scritto che Patrik può tornare e che non vedono l’ora di riabbracciarlo, ma il Lipsia ha un’opzione unilaterale per riscattarlo. Penso sia davvero una tattica di negoziazione. E’ un affare grosso, vedremo. Quando vendi qualcosa e chiedi dei soldi, a volte devi abbassare il prezzo. Siamo tranquilli. Il Lipsia è la destinazione ideale per Patrik», ha detto il procuratore Pavel Paska a iSport.cz.

LEGGI ANCHE--> Roma, in pericolo il tesoretto da 70 milioni: ecco gli ex che potrebbero tornare a Trigoria

Il Lipsia per il prestito dell’attaccante ha firmato un contratto da 3,5 milioni immediati e la possibilità del riscatto a 28 milioni (29 con l’ingresso in Champions) a fine stagione. Una cifra troppo alta a sentire il club tedesco che nei giorni scorsi ha fatto trapelare di essere impossibilitato a esercitare il riscatto per motivi economici dovuti al Covid-19.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani