Juventus-Milan, le pagelle: Cristiano Ronaldo decide, Cutrone sempre in movimento

Mercoledì 16 Gennaio 2019
JUVENTUS:
Szczesny 6 Prima uscita a vuoto su corner, si riscatta a fine primo tempo bloccando in due tempi una rasoiata pericolosissima di Calhanoglu.
Cancelo 5,5 Alterna meraviglie offensive a clamorose amnesie difensive. Devastante quando sale, come quando sfiora il gol con un diagonale a fil di palo. Ma perde troppi palloni in ripartenza e fa infuriare Allegri
Bonucci 6,5 Attento, lucido, nessun errore.
Chiellini 7 Un muro che respinge Cutrone e tutti gli altri rossoneri. Bene anche quando alza il raggio d’azione.
Alex Sandro 5,5 Fatica a entrare in partita, qualche cross sballato, non è il solito Alex Sandro.
Bentancur 6 Ci mette il fisico e si fa sentire il giusto, con cuore e testa.
(Bernardeschi 86’ ng)
Pjanic 6,5 Si vede poco fino al colpo del K.O: l’assist per Cristiano Ronaldo.
(Emre Can 64’ 6 Entra subito in partita)
Matuidi 6 Un gol annullato per fuorigioco, meno dinamico del solito ma generosissimo.
Douglas Costa 6,5 Tiro a giro fuori di un soffio dopo 3 minuti, il più mobile là davanti, fa impazzire Rodriguez. 
(90’ Khedira ng)
Dybala 5,5 Fatica a trovare spazi e posizione, ma è sempre nel vivo dell’azione, anche quando perde palla.
Cristiano Ronaldo 7 L’uomo delle finali non perdona e solleva il primo trofeo in Italia alla prima occasione. Gol decisivo, un colpo di testa di rapina, nel primo tempo una semirovesciata di destro di poco sopra la traversa a Donnarumma battuto.
Allegri 6,5 Non è la stessa Juve senza il suo generale Mandzukic, fa più fatica in attacco ma trova lo stesso la via del gol sull’asse Pjanic – Ronaldo. Ottava Supercoppa bianconera, Allegri sfata il suo personale tabù.

MILAN
Donnarumma 5 Un paio di parate facili, ma sul gol di Ronaldo rimane a metà strada e non esce.
Calabria 5 Fatica a contenere Ronaldo sulla destra, meno brillante e deciso del solito.
Zapata 6 Rischia il calcio di rigore con un braccio in area su tiro/cross di Ronaldo, tiene botta senza errori.
Romagnoli 6 L’ultimo a mollare là dietro anche se in occasione del vantaggio si fa infilare con troppa facilità da Pjanic – Ronaldo. 
Rodriguez 5 Non si vede mai nella metà campo avversaria ed è parecchio in difficoltà quando deve difendere. Soffre parecchio Douglas Costa.
Kessie 4,5 Un disastro: lascia libero Pjanic di trovare l’assist per Ronaldo, poi si fa espellere per un brutto fallo su Emre Can
Bakayoko 5,5 Prova a dare equilibrio a centrocampo, fa quello che può, non si tira mai indietro.
Paquetà 6 Segnali incoraggianti per il debutto: perde qualche pallone di troppo ma ha qualità.
(Borini 71’ st ng)
Castillejo 5,5 Molto falloso e nervoso, costretto più a difendere che ad offendere.
(Higuain 71’ st ng)
Cutrone 6,5: Fa tremare la traversa in avvio di secondo tempo con un sinistro devastante, bravo a inserirsi su tocco pigro di Pjanic ma sfortunato. E’ il migliore
(79’ st Conti ng)
Calhanoglu 6: Ammonito dopo 20 minuti, è il più attivo nel primo tempo. Ci prova con una bomba rasoterra prima dell’intervallo, cala nella ripresa.
Gattuso 6 Oltre agli infortunati rinuncia a Higuain titolare per influenza, lancia Paquetà e tiene testa alla Juve fino al colpo del K.O. di Ronaldo. Ci prova in tutti i modi anche coi cambi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma